Sostenibilità, Cnh presenta a Lecce le pale gommate elettriche

[epvc_views]

 Progettate e realizzate nello stesso stabilimento e destinate ad essere commercializzate in tutto il mondo.

Sono le due nuove pale gommate elettriche (macchinari per il movimento terra) del gruppo Cnh presentate questa mattina nello stabilimento di Lecce. Qui sono impiegati circa 1000 dipendenti e il 97% delle macchine prodotte a Lecce, e commercializzati a marchio Case e New Holland, sono destinati all’esportazione mondiale, in particolare in Europa e in Nord America. Mercati a cui saranno destinate le pale gommate ‘green’ presentate oggi. All’evento hanno preso parte tra gli altri Stefano Pampalone (Cnh President Construction Segment), Carlo Alberto Sisto, (Cnh Emea President), Federico Bullo, (Cnh Head of Construction Europe), la sindaca di Lecce Adriana Poli Bortone, la presidente del consiglio regionale pugliese Loredana Capone e l’assessore regionale allo Sviluppo economico. La nuova pala gommata elettrica è stata ideata e sviluppata nel centro di Ricerca dello stabilimento di Lecce, e qui verrà prodotta per essere commercializzata con i marchi Case e New Holland.

    Questa versione elettrica combina “il vantaggio delle dimensioni ridotte con l’azzeramento delle emissioni, oltre che silenziosa. Questo la rende particolarmente indicata ad operare in ambienti chiusi, dove le emissioni di Co2 non sono consentite, in cantieri notturni e in tutte quelle applicazioni dove la rumorosità non è consentita. Questa tipologia di macchina garantisce prestazioni elevate ed un operating cost più basso rispetto a quelle alimentate con motore diesel”.

    Secondo la sindaca di Lecce si è difronte “ad un’eccellenza anche nell’approccio con il territorio”, con riferimento anche alle collaborazioni attivate dal gruppo con l’Unisalento ed il Politecnico di Bari. Loredana Capone ha evidenziato riferendosi al gruppo “che la certezza che viene da una programmazione industriale, rilevante che investe sulla ricerca, è una certezza che dà conforto e speranza”. Per Delli Noci “l’esempio di questa impresa sia un esempio del polo industriale di Puglia, perchè la volontà di continuare ad investire, e di aver scelto questo polo rispetto ad altri, è motivo per noi di orgoglio”. (ansa)

News dal Network

Promo