Fabio Tolledi presenta il suo ultimo libro “Meridiani. Il Mediterraneo tra mito e tragedia”

[epvc_views]

Giovedì 4 luglio, alle ore 21, in Piazza Castello a Bagnolo del Salento, Fabio Tolledi presenterà il suo ultimo libro intitolato “Meridiani. Il Mediterraneo tra mito e tragedia”. L’incontro sarà aperto dai saluti istituzionali del sindaco Irene Chilla, dialogheranno con l’autore l’assessore alla Cultura Matteo Cutazzo e Manuel Guido, con gli interventi di Roberta Quarta e Simonetta Rotundo.

Pubblicato da Astràgali Edizioni – Eufonia Multimedia il volume si presenta come una raccolta poetica, la quale abbraccia vent’anni di produzioni teatrali, dal 2003 al 2023, che Astràgali Teatro ha portato in ogni paese del Mediterraneo, e con le quali ha cercato di attraversare i miti fondativi della cultura di uno spazio sempre carico di poesia, dove la vita palpita e resiste. Miti che parlano di una comunanza tra i popoli di questi luoghi, mentre la tragedia si intreccia inestricabile alla commedia e amore e morte si inseguono senza sosta. Nei testi vi è l’esperienza e la vita delle attrici e degli attori che hanno dato vita agli spettacoli, con un ordine cronologico decrescente che va da “Medea, Desìr” – ancora oggi in produzione – ad “Antigone, Anatomia della resistenza dell’amore”, elaborata più di venti anni fa. In copertina il libro riporta un dettaglio del dipinto “La madonna della melagrana”, realizzato, a tempera su tavola, da Sandro Botticelli nel 1487.

Fabio Tolledi è sociologo, drammaturgo, poeta, regista e direttore artistico di Astràgali Teatro, con cui ha realizzato spettacoli teatrali e residenze artistiche in molti paesi d’Europa e del Mediterraneo. Per la usa attività finalizzata al dialogo interculturale e alla promozione di pratiche di pace nel Mediterraneo e nelle aree di conflitto, è stato eletto nel 2011 Vice Presidente del Comitato per lo Sviluppo e l’Identità Culturale dell’International Theatre Institute. È presidente dell’ITI Italia e ha all’attivo pubblicazioni e interventi su riviste nazionali e internazionali di teatro e sociologia. È curatore del volume “Kossovo. Alle radici del conflitto” e autore di “Tamburi e Coltelli”, “Un teatro in Palestina” e “Stories of stars and acrobats. Forms of theatre between Turkey and Europe” (pubblicato anche in turco). Suoi contributi sono stati pubblicati in volumi collettanei e su riviste internazionali.

Ingresso libero.

News dal Network

Promo