Patrick Zaki a Santa Maria di Leuca per i “Discorsi mediterranei” del festival “Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto”

[epvc_views]

 Dopo le anteprime a Salve e Alessano con, tra gli altri, Gianrico Carofiglio, Alessandro Piperno, Sigfrido Ranucci e Michela Marzano, i focus dedicati alla “dozzina” del Premio Strega a Presicce-Acquarica e al Premio Italo Calvino a Lucugnano, continua il ricco programma della decima edizione di “Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto”, dedicata al tema Libertà d’essere. Il Festival letterario, ideato e organizzato dalla Libreria Idrusa di Alessano (che quest’anno festeggia i suoi primi 20 anni) e dall’associazione NarrAzioni, con la direzione artistica di Mario Desiati, prosegue giovedì 4 luglio a Santa Maria di Leuca con la partecipazione di Patrick Zaki.

DISCORSI MEDITERRANEI
Alle 19:45 (ingresso libero), sul piazzale antistante la Basilica Santuario di Santa Maria De Finibus Terrae, in collaborazione con il Parco Culturale Ecclesiale de FinibusTerrae e il forum Carta di Leuca – A mediterranean embrace of peace, l’attivista e ricercatore egiziano sarà l’ospite di “Discorsi mediterranei” che nelle prime tre edizioni ha accolto Daniel Pennac, Paolo Rumiz e Tahar Ben Jelloun. Dopo l’introduzione di monsignor Vito Angiuli, vescovo di Ugento – Santa Maria di Leuca e la proclamazione del racconto vincitore del Premio Alan Kurdi (rivolto alle scuole superiori), dialogando con la podcaster e attivista culturale per i diritti umani Mariangela Ciriello, Patrick Zaki presenterà “Sogni e illusioni di libertà. La mia storia” (La Nave di Teseo).

IL LIBRO
Il 7 febbraio 2020 Patrick Zaki torna al Cairo, a casa sua, da Bologna, dove studia. Si vuole fermare pochi giorni. È solo la pausa di uno studente che torna a casa temporaneamente. Ma le cose non vanno come previsto: Zaki viene arrestato e resta in prigione per 20 mesi. Bologna, la sua università, l’Italia intera reagiscono e da quel 7 febbraio non smettono di manifestare. Patrick Zaki in questo libro racconta la sua storia: cosa è successo davvero quel giorno e cosa è avvenuto poi, nei giorni successivi: gli interrogatori, l’isolamento, le torture, il confronto con un mondo – quello delle carceri – in cui tutti sono ridotti a una condizione disumana. E cosa lo ha tenuto vivo: gli studi, la passione per il calcio, la musica, l’affetto dei suoi cari, dell’amata Reny, dell’Italia tutta. «La speranza è il motivo per cui esisto e racconto la mia storia. La speranza mi è venuta dal primo momento in cui ho visto una persona che mi amava e che ha deciso di rischiare e di affrontare tutto per me, una famiglia che non sapeva cosa stesse accadendo, ma ha scelto di stare dalla parte del figlio, qualunque fossero le sue scelte», sottolinea Zaki. «Sarò sempre grato per tutto l’amore e la speranza che mi hanno circondato. Rimarrò fedele a questa malattia della speranza con cui mi avete contagiato, fino a quando le prigioni, piene di persone libere, saranno vuote».

L’AUTORE
Patrick George Zaki è nato il 16 giugno 1991 a Mansura, in Egitto, in una famiglia copta. Dopo aver studiato Farmacia al Cairo, inizia a lavorare presso l’EIPR (Egyptian Initiative for Personal Rights), una delle più importanti organizzazioni egiziane per la difesa dei diritti umani e civili. Nel 2019 decide di ricominciare a studiare e si trasferisce a Bologna, dove si iscrive a GEMMA, primo Master Erasmus Mundus in Europa che si occupa di Women’s and Gender Studies. Per il suo lavoro in favore dei diritti umani e per le opinioni politiche espresse sui social media è stato in carcere per 20 mesi. Dopo aver concluso il percorso di studi all’Alma Mater Studiorum, attualmente frequenta il dottorato di ricerca alla Scuola Normale Superiore di Pisa.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
Lunedì 8 e martedì 9 agosto (ore 20:00 – ingresso libero) il festival si sposterà in piazza San Giuseppe a Corsano. La prima serata ospiterà i romanzi “Le invisibili” di Elena Rausa (Neri pozza) e “La neve in fondo al mare” di Matteo Bussola (Einaudi). Martedì, invece, si partirà con “La reputazione” di Ilaria Gaspari (Guanda) prima di ascoltare Oscar Farinetti e le sue “10 mosse per affrontare il futuro” (Solferino). Ultimi appuntamenti del festival il 25 e 29 luglio a Specchia con Gabriella Genisi, Petros Markarīs, Nicola Lagioia e altri ospiti.

LA STORIA DEL FESTIVAL
Armonia è una parola chiave nella poetica di Girolamo Comi. È la natura, i luoghi fisici e metafisici di un autore che, oltre che poeta è stato intellettuale, bibliofilo, amante del Salento; oggi la sua casa e i suoi libri rappresentano un simbolo non solo di Lucugnano e Tricase, ma di tutta la Puglia. Proprio lo Spirito d’Armonia, dunque di bellezza, è il timone che guida i lettori e gli operatori culturali impegnati nella Terra d’Otranto. In questi anni il Festival ha ospitato Daniel Pennac, Tahar Ben Jelloun, Amélie Nothomb, Jeffery Deaver, Moony Witcher, Paolo Rumiz, Roberto Saviano, Nicola Lagioia, alcuni vincitori del Premio Strega (Mario Desiati, Emanuele Trevi, Sandro Veronesi, Antonio Scurati, Helena Janeczek) e ancora Fabio Genovesi, Paolo Giordano, Alessandro Piperno, Leonardo Colombati, Walter Veltroni, Chiara Valerio, Edoardo Nesi, Giuliana Sgrena, Gabriella Genisi, Bruno Tognolini, Diego De Silva, Gianrico Carofiglio, Giuliano Sangiorgi, Donatella Di Pietrantonio, Pietrangelo Buttafuoco, Nuccio Ordine, Luca Bianchini, Silvia Avallone, Massimo Carlotto, Federico Zampaglione, Gian Arturo Ferrari, Lia Levi, Giovanni Solimine, Carlo D’Amicis, Chiara Francini, Franco Arminio, Concita De Gregorio, Nadia Terranova, Francesco Gungui, Francesco Carofiglio, Mauro Covacich, Claudia Durastanti, Marco Missiroli, Marcello Fois, Remo Rapino, Lisa Ginzburg, Silvia Ballestra, Maria Grazia Calandrone, Gian Marco Griffi, Romana Petri, Igiaba Scego, Rosella Postorino e molte altre autrici e autori impegnati in presentazioni, incontri, laboratori e appuntamenti per le giovani e i giovani lettori.

I PARTNER
Armonia. Narrazioni in Terra d’Otranto è ideato e organizzato dalla Libreria Idrusa di Alessano e dall’associazione Narrazioni, con la direzione artistica di Mario Desiati, in collaborazione con Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Premio Strega, Premio Italo Calvino, Fondazione Parco Culturale Ecclesiale de FinibusTerrae, Forum Carta di Leuca – A mediterranean embrace of peace, Tina Lambrini – Casa Comi, Polo Biblio-Museale di Lecce, con il contributo dei comuni di Presicce-Acquarica, Lecce, Alessano, Salve, Specchia, Tricase, Corsano, Castrignano del Capo e il sostegno di BPER Banca e altri sponsor privati. Media partner Radio Peter Pan, RadioVenere, OraComunica e Coolclub.

News dal Network

Promo