Virus sinciziale-bronchiolite, Amati: “Puglia unica regione italiana con legge per debellare virus. Da ottobre obbligatorio somministrare anticorpo”

[epvc_views]

Dichiarazione del presidente della Commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati, promotore e primo firmatario della legge Misure per la prevenzione delle infezioni da Virus respiratorio sinciziale nel neonato (VRS – bronchiolite).

«La Puglia è l’unica regione italiana dotata di una legge per debellare il virus sinciziale VRS (bronchiolite), che è la causa più comune di malattia e ricovero dei neonati. Da ottobre prossimo c’è l’obbligo di somministrare l’anticorpo monoclonale ai neonati, in ambito ospedaliero e prima delle dimissioni dal reparto maternità, per i bambini nati nel periodo epidemico ottobre-marzo; per i nati, invece, nel periodo aprile-settembre, l’obbligo di somministrazione insiste sui servizi territoriali, sempre nel mese di ottobre o comunque entro la conclusione (marzo) del periodo epidemico. All’obbligo consegue, ovviamente, il diritto dei genitori di rifiutare la somministrazione».

«Adesso il problema è l’acquisto degli anticorpi, così da essere pronti entro ottobre; bisogna solo capire se questo acquisto debba essere effettuato dalle singole ASL oppure dal soggetto aggregatore. E su questo concentrerò la mia attenzione nelle prossime settimane, poiché nessuno è autorizzato a disattendere una legge regionale o a non determinare le condizioni per la sua esecuzione, peraltro disonorando la possibilità concreta di debellare la bronchiolite e il prestigio della Puglia come regione all’avanguardia».

News dal Network

Promo