Casarano. Giuseppe Castelluzzo ospite della rassegna Siroco per presentare il suo saggio narrativo sulle radici della Dipendenza

[epvc_views]

Giovedì 27 giugno 2024 alle ore 19.00, presso Palazzo D’Elia a Casarano, si terrà la presentazione del libro “Le radici della dipendenza. L’alcol tra miti, alchimie e metamorfosi del gusto” (Musicaos Editore) di Giuseppe Sebastiano Castelluzzo. La presentazione fa parte della rassegna di incontri «Siroco. Culture a Sud» a cura di Agave Culture con il patrocinio del Comune di Casarano. L’incontro, che verrà introdotto da Paolo Vincenti, presidente di «Agave culture», vedrà la partecipazione di Nadia Bray, docente di storia della filosofia medievale presso UniSalento, e dell’autore, Giuseppe Sebastiano Castelluzzo, che dialogherà con l’editore del volume, Luciano Pagano. Durante l’incontro si terrà un intervento dell’artista Gix (Giovanni Strafella), relativamente alle sue opere ospitate a Palazzo D’Elia in occasione della presentazione del volume di Castelluzzo e nei giorni successivi all’evento. La presentazione si svolge con la collaborazione del «Circolo Culturale Gabriele D’Annunzio», «Lions International», Casaranello Arte e Cultura», «Società Dante Alighieri Casarano» e grazie al contributo di «Gigi Rigliaco Gallery», «Medihospes», «Onetoone agency», Fidelpol, Libreria «Dante Alighieri»,  Officine Cantelmo.

IL LIBRO. Con questo intrigante saggio narrativo sulle radici dell’alcol, Giuseppe Sebastiano Castelluzzo ci offre un excursus ricchissimo di rigorose informazioni medico-scientifiche e scrupolosa ricostruzione storica delle bevande alcoliche.

Sulla scia della nascita e sviluppo sia della millenaria tradizione enologica che di quella birraria, partendo dall’assunto che le due bevande siano strettamente legate da un anello di congiunzione che è la fermentazione,
l’autore getta un fascio di luce anche sul lato oscuro del consumo degli alcolici, mostrando e dimostrando come dall’uso moderato e ludico all’abuso ci sia un labile confine.

Arricchendo le argomentazioni di riferimenti letterari, filosofici, psicanalitici, sociologici, musicali e artistici, l’autore si addentra anche in una classificazione delle sostanze stupefacenti che, dagli albori dell’umanità, sono presenti nella nostra storia, rilevando come alcune abitudini indotte dalla tecnologia o dall’emulazione possano orientare le nuove generazioni verso la ricerca di piaceri effimeri, pregiudicando la salute e, talora, devastando le vite di giovani e meno giovani.

Un libro nel quale Giuseppe Sebastiano Castelluzzo – facendo leva sul racconto di esperienze personali ora briose, ora drammatiche – rende edotti i lettori con fatti desunti dalla quotidianità e resi cogenti da una ricca bibliografia.

Giuseppe Sebastiano Castelluzzo è Medico Chirurgo, Specialista in Odontostomatologia, libero professionista in Copertino (Le), dove si dedica alla Odontoiatria e alla Medicina estetica. Socio LIONS, è stato promotore e fondatore della sezione ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) di Copertino, della quale ricopre la carica di Presidente dal 2022. Degustatore AIS (Associazione Italiana Sommelier) e socio UBT (Unionbirrai Beer Tasters). Ha pubblicato «Eroici difensori di tesori sorpren-denti» (Lupo Editore), «La corsa» e «In maglia rosa», entrambi con Musicaos Editore.

News dal Network

Promo