Odontoiatria disabili, Amati: “Asl non garantiscono il servizio, violando la legge regionale avallata anche dalla Corte costituzionale. Ho diffidato”

[epvc_views]

Dichiarazione del Presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati. 

«Le Asl pugliesi non garantiscono le prestazioni odontoiatriche in favore dei disabili, di soggetti fragili, vulnerabili e con disturbo del comportamento, violando una legge regionale del giugno 2023, avallata anche dalla Corte costituzionale. 

E questa mancanza comporta o il ricorso a costose cure a pagamento oppure la degenerazione delle malattie odontoiatriche. 

Per questo motivo ho diffidato tutte le Asl pugliesi ad attivare il servizio presso i Pta, e in numero non inferiore a due, entro e non oltre 15 giorni. 

Le cure odontoiatriche per pazienti fragili con difficoltà psicomotoria, o con disturbi del comportamento, hanno spesso bisogno di essere accompagnate da sedazione o da periodo d’osservazione post-intervento. Tale necessaria modalità d’intervento può essere svolta gratuitamente nei Pta, senza costringere i pazienti e le loro famiglie a ricorrere a strutture a pagamento. 

In questo senso è vigente da giugno scorso una legge regionale (n. 12 del 15.6.2023), ritenuta immune da qualsiasi vizio anche dalla Corte costituzionale (sentenza n. 89 del 2024). 

Le Asl dovrebbero quindi limitarsi a incrementare il monte ore delle prestazioni territoriali, comprese quelle di anestesia se necessario, nella misura massima di trentotto ore a settimana e in ogni struttura individuata. L’incremento del monte ore è effettuato, prioritariamente, attraverso una riconversione della dotazione aziendale per la specialistica ambulatoriale. 

Insomma, un provvedimento non particolarmente impegnativo, che ci porterebbe nel giro di qualche giorno a garantire questo importantissimo servizio».

News dal Network

Promo