Lecce: minacce a due magistrate, arrestato presunto esponente Sacra corona unita

[epvc_views]

Con le accuse di violenza e minacce ai danni di due magistrate, in un’indagine coordinata dalla Dda di Potenza, la Polizia di Lecce ha arrestato Pancrazio Carrino, gravemente indiziato di appartenere alla Sacra Corona Unita e in particolare del clan Lamendola Cantanna (la cosiddetta frangia mesagnese). Secondo le investigazioni, coordinate dal procuratore di Potenza Francesco Curcio per competenza territoriale visto il coinvolgimento come parti offese di magistrati del distretto giudiziario salentino, l’uomo si è reso responsabile di intimidazioni ai danni del sostituto procuratore di Lecce Carmen Ruggiero e del gip del Tribunale di Lecce Maria Francesca Mariano. In un episodio, davanti a casa di una delle due magistrate, è stata trovata una testa di capretto con il coltello conficcato. Secondo gli inquirenti, le condotte sono aggravate dal metodo mafioso.

News dal Network

Promo