Canale Reale Green Festival, promozione e riqualificazione del ritrovato antico fiume del Salento

37 Visite

 In 50 chilometri, dalla foce di Torre Guaceto, sul mare Adriatico, nell’entroterra, sino alle porte di Villa Castelli, come una cerniera fluviale naturale, tracce millenarie, disseminate lungo antichi argini, raccontano una Apulia lontana e delle civiltà succedutesi: greca, romana, bizantina, medioevale, sino ad un ingeneroso crepuscolo otto-novecentesco. È l’antico fiume, “Ausonius”, il più importante e raro, corso fluviale del Salento, oggi in provincia di Brindisi, già citato da Plinio il Vecchio, naturalista, filosofo, governatore romano all’alba del cristianesimo. 

Sfruttato, stravolto, anche nel suo originale corso, tanto da meritarsi il degradante appellativo di “Canale”, l’antico fiume dell’alto Salento, di romana memoria, ancora ricco di storia e di bellezze naturali, dal 2019 ha ricominciato a fluire di una nuova vita, si spera come un tempo, grazie alle comunità del tempo presente e alle iniziative messe in atto. 

E così, dalla sorgente, di Villa Castelli, lungo i territori di Francavilla Fontana, Oria, Latiano, Mesagne, San Vito dei Normanni, Carovigno, Brindisi, ha cominciato a scorrere con una nuova energia iniettata dalle comunità delle sue antiche sponde e oltre. Con il coordinamento dalla Regione Puglia e il supporto tecnico-scientifico del Politecnico di Bari, il “Contratto di fiume del Canale Reale”, ha rappresentato la soluzione strategica al suo recupero e a scoprirne le sue celate potenzialità di risorsa ambientale. Esso, raccogliendo direttive e norme, anche europee, punta infatti, alla riqualificazione fluviale, attraverso la cooperazione e l’innovazione condivisa da tutti i firmatari, pubblici e privati, del Contratto. 

I numerosi passi compiuti in questi cinque anni sono confluiti nella 1° edizione del “Canale Reale Green Festival”, in corso questa settimana, sino a domenica, 2 giugno. L’iniziativa, dedicata alla sensibilizzazione dei temi della sostenibilità ambientale, climatica e di promozione della coesione sociale, è stata organizzata dalla Regione Puglia, dalla Provincia di Brindisi, dal Consorzio di gestione di Torre Guaceto e dal Politecnico di Bari.

Il Festival rappresenta l’opportunità di presentare e promuovere il Contratto di Fiume del Canale Reale, allo scopo di migliorare la qualità delle sue acque, di riqualificare il territorio che fa parte del suo bacino, di riconciliare gli interessi pubblici e privati ma anche opportunità di conoscenza dello stesso fiume, di approfondimento delle strategie legate al suo Contratto di Fiume, alla sostenibilità ambientale e al benessere della comunità locale.

In questa settimana sono in corso iniziative, manifestazioni, attività esperienziali, visite ai beni architettonici e archeologici, tour guidati nelle aziende del territorio, escursioni a piedi lungo il Canale e tante attività di divulgazione. In particolare, sono sette gli eventi dedicati alle scuole e 13 aperti al pubblico.

Tra questi, il webinar organizzato dal Politecnico di Bari, “Attorno al fiume: dialogo tra esperienze e saperi sui territori delle acque e i Contratti di fiume” (venerdì, 31 maggio, dalle 15.00-18.30, link di partecipazione:https://events.teams.microsoft.com/event/83afcc99-e9ff-41b3-87c5-096b0871c5e7@5b406aab-a1f1-4f13-a7aa-dd573da3d332 )

quale momento di dibattito nazionale sulle esperienze in corso nella regione e oltre, con il contributo degli enti territoriali, dei professionisti e degli studiosi che, a vario titolo, si occupano di acque, territorio e comunità, con l’obiettivo di incrementare consapevolezza e responsabilità nella gestione dei corpi idrici e del territorio, per favorirne la conservazione e la valorizzazione e promuovere lo sviluppo locale. 

Il programma. Coordina: Francesca Calace, Politecnico di Bari e Contratto di Fiume Canale Reale. Interverranno: Claudia Campana, Regione Puglia; Massimo Bastiani, Coordinatore Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume; Michele Mossa, Politecnico di Bari; Antonio Leone, Università del Salento; Fiammetta Fanizza, Università di Foggia e Vicepresidente INU Puglia; Ester Zazzero, Contratto di Fiume Pescara; Lorenzo Nesi, Contratto di Fiume Pesa; Mauro Iacoviello e Caterina Navach, comitato Pilotaggio TNCdF e Contratto di Fiume Ofanto; Francesca Lagna e Sergio Fai, Contratto di Fiume Canale Asso; Salvatore Panzera, Contratto di Lago di Occhito. Conclusioni: Vera Corbelli, Segretario Generale Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale.

Il Canale Reale Green Festival, è Evento Partner highlighted della EU Green Week 2024 in programma dal 29 maggio all’01 settembre 2024. La EU Green Week quest’anno avrà come tema “Towards a water resilient Europe” con la finalità di raccogliere contributi ed esperienze mirate a rendere l’UE più resiliente dal punto di vista idrico. Il Festival avrà quindi visibilità a livello europeo anche tramite il sito https://green-week.event.europa.eu/partner-events_en.

Il ruolo del Politecnico di Bari. Dal 2019 è impegnato con la Regione Puglia nella promozione e nell’accompagnamento dei processi di formazione dei Contratti di fiume: attraverso lo sviluppo del progetto pilota per il Contratto di fiume del Canale Reale, primo al sud Italia e ora promotore di questa iniziativa; con la redazione delle Linee Guida regionali per l’implementazione dei Contratti di Fiume in Puglia; con il supporto all’attivazione del Contratto di Fiume della Media e Bassa Valle dell’Ofanto; infine approfondendo la ricerca sul paesaggio e sulla governance territoriale di questa innovativa forma di programmazione strategica.

Chi ha sottoscritto il Contratto di Fiume del Canale Reale. Regione Puglia; Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Meridionale; Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi e Lecce; Agenzia Regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio (ASSET); Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA); Autorità Idrica Pugliese; Acquedotto Pugliese S.p.a.; Provincia di Brindisi; Comune di Brindisi; Comune di Carovigno; Comune di Francavilla Fontana; Comune di Oria; Comune di Mesagne; Comune di San Vito dei Normanni; Comune di Villa Castelli; Consorzio di Bonifica di Arneo; Consorzio di Gestione di Torre Guaceto; Gruppo di Azione Locale Alto Salento 2020; Politecnico di Bari; Università del Salento – Dipartimento di Beni Culturali; Università degli studi di Bari – Dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali; Istituto di Ricerca sulle Acque del CNR (IRSA-CNR); Libera Università di Amsterdam (Vrije Universiteit Amsterdam); Istituto di Ricerca CLUE+; Ordine degli Architetti PCC della Provincia di Brindisi; CIcloamici FIAB Mesagne.

News dal Network

Promo