“L’edilizia del futuro attraverso la transizione ecologica”

33 Visite

 Convegno promosso da GGIE di Ance Lecce – L’edilizia del futuro attraverso la transizione ecologica è il tema del Convegno promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori edili di Ance Lecce, in collaborazione con Gruppo Giovani Imprenditori edili di Ance Puglia e l’Ordine degli Ingegneri di Lecce, venerdì 31 maggio, ore 15.30 presso l’Est-Hotel di Santa Cesarea Terme.

La transizione ecologica non è solo uno strumento per contrastare il cambiamento climatico, ma anche un’opportunità per contribuire a modellare l’intero sistema economico e industriale.

I relatori al Convegno affronteranno un argomento di fondamentale importanza per il futuro del settore edilizio, ovvero la diffusione della sostenibilità nelle nostre pratiche costruttive. Nel contesto attuale, la sostenibilità è diventata una parola chiave in molti settori, compreso quello delle costruzioni. L’urgenza di affrontare le sfide ambientali, sociali ed economiche deve spingere a ripensare il modo in cui progettiamo, costruiamo e gestiamo gli edifici.

«La sostenibilità nelle costruzioni – afferma Mario Maggio, presidente Ggie Ance Lecce – coinvolge l’intera filiera dell’edilizia, dalla fase di committenza e progettazione fino all’esecuzione e gestione di infrastrutture nel lungo termine. Solo integrando le conoscenze e le competenze di tutta la filiera delle costruzioni, possiamo raggiungere l’obiettivo di edifici sostenibili che siano in armonia con l’ambiente, socialmente responsabili ed economicamente vantaggiosi».

«La transizione ecologica – afferma Luigi de Santis, presidente Ggie Ance Puglia – è una sfida per tutta la categoria dei costruttori ma soprattutto per i giovani imprenditori per i quali non è solo un’occasione di ulteriore rilancio del settore ma anche e soprattutto la dimostrazione di come attivamente facciano la propria parte per rendere l’ambiente che ci circonda un ambiente sostenibile e sempre più al passo con le sfide europee della green economy».

 «L’Unione europea ha posto tra gli obiettivi da raggiungere entro il 2050 di diventare il primo continente climaticamente neutrale – afferma Valentino Nicolì, presidente di Confindustria Lecce. La transizione ecologica ed energetica è una sfida per tutta la filiera delle costruzioni, ma rappresenta anche un’opportunità per tutto il sistema economico. Tutti i settori produttivi sono coinvolti e svolgeranno un ruolo importante nel cambiamento ecosostenibile, dal settore dell’energia all’industria, alla mobilità, all’agricoltura e anche il settore delle costruzioni è chiamato in causa, in quanto svolgerà un’importante funzione per il futuro dell’edilizia promuovendo la sostenibilità nel nuovo modo di costruire».

Francesco Micelli, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Lecce «considero la sostenibilità in edilizia uno degli obiettivi più sfidanti dell’intera società, e non solo per la categoria. Il calcolo dei bilanci energetici nella filiera dell’edilizia evidenzia molti margini di riduzione delle emissioni e la possibilità di riciclo dei materiali. Margini che purtroppo collocano oggi l’edilizia tra i comparti più inquinanti. Questo obiettivo dovrebbe passare però da uno sforzo congiunto, che chiama i progettisti a studiare, già in fase progettuale, il ciclo di vita dei manufatti e le proprietà dei materiali nel tempo. Nello stesso momento dovrebbe affermarsi una politica stabile della premialità verso le soluzioni sostenibili, anche per i proprietari e conduttori degli immobili, oltre che per le imprese produttrici di materiali e le imprese di costruzioni deputate alla fase realizzativa. Solo in questo modo potranno raggiungersi risultati generalizzati e numericamente significativi».

Dopo i saluti iniziali di Valentino Nicolì, presidente Confindustria Lecce, Alessandro Delli Noci, Assessore Sviluppo Economico Regione Puglia, Stefano Minerva presidente Provincia di Lecce Silvia Giancane, consigliere Ordine degli Ingegneri di Lecce, Tommaso Marcucci, presidente Ordine degli Architetti di Lecce, Luigi Ratano presidente Collegio dei Geometri di Lecce, l’apertura dei lavori sarà affidata a Luigi De Santis, presidente Gruppo Giovani Imprenditori Ance Puglia.

Interverranno Salvatore Matarrese, presidente Des Puglia, Gianni Capriglia della Mapei Spa e Paolo Maria Congedo per l’Ordine degli Ingegneri di Lecce. Una testimonianza di Best practice sarà a cura di Tommaso Costantini, dell’impresa Leo Costruzioni Spa.

Concluderà i lavori Mario Maggio, presidente Gruppo Giovani Ance Lecce.

Un saluto finale di Angelica krystle Donati, presidente Gruppo Giovani Ance.

News dal Network

Promo