Operazione “alto impatto” a Lecce: 2 arresti, 3 denunce e numerosi controlli

51 Visite

Nella mattinata di mercoledì si è svolta la prima fase dell’operazione “alto impatto”, eseguita dalla Polizia di Stato e in particolare dalla Squadra Mobile, coadiuvata dal Reparto Prevenzione Crimine di Bari, di Cosenza e di Vibo Valentia, dalle squadre cinofili di Bari e di Brindisi, dagli operatori della Polizia Amministrativa e della Divisione Anticrimine, nonché dalla Polizia Stradale.

L’operazione è stata portata avanti al fine di imprimere maggior impulso alle attività investigative, nonché di contrastare fenomenologie delittuose che si manifestano in provincia di Lecce, riconducibili non solo alla criminalità organizzata ma anche al contrasto dei reati connessi al traffico di stupefacenti e contro il patrimonio e la persona in generale.

Durante l’attività, a carico di un 53enne di Lecce sono state rinvenuti e sequestrati una pistola mitragliatrice tipo cal.7,65 con 9 proiettili nel caricatore della mitraglietta, ed altri 7 proiettili occultati a parte; un’altra pistola a tamburo, e un giubbotto anti proiettili. Il soggetto è stato arrestato e condotto in carcere per detenzione illegale di armi e munizioni.

A carico di un 30enne di Roma, invece, denunciato per ricettazione, sono stati rinvenuti e sequestrati €189.000,00.

Un 25enne di Lecce è stato trovato in possesso di 9 grammi di hashish e 3 di cocaina. Per questi motivi è stato arrestato in regime di arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Altri due soggetti, rispettivamente di 65 e 51 anni, entrambi di Lecce, sono stati segnalati all’Autorità Amministrativa per possesso di sostanza stupefacente ad uso personale.

Sono state eseguite 10 perquisizioni domiciliari; identificate 140 persone; controllati 12 soggetti sottoposti a restrizioni domiciliari, e 40 veicoli; eseguiti controlli amministrativi in 7 esercizi commerciali. È stata, inoltre, riscontrata n.1 attività abusiva di riparazione veicoli.

News dal Network

Promo