A Ruota Libera. Massimo Donno racconta Pierangelo Bertoli e contest Solitariə al Teatro Nasca di Lecce

16 Visite

Prosegue Unica – Fuoribordo, seconda stagione per il pubblico di tutte le età di teatro, musica, danza, mostre, laboratori, incontri di Nasca – Il teatro in via Siracusa 28 a Lecce, realizzata con la direzione artistica di Ippolito Chiarello e Barbara Toma, con il sostegno del Comune di Lecce e della Fondazione AMI – Alta Mane Italia e in collaborazione con numerose realtà del territorio. Da venerdì 10 a domenica 12 maggio spazio alle serate finali del contest Solitariə. Circa 70 persone persone da tutta italia hanno infatti partecipato al bando rivolto ad artiste e artisti che lavorano in solitaria, dediti alla sperimentazione dei linguaggi scenici e alla ricerca teatrale, nella sua forma più essenziale e priva di artifici. Venerdì 10 maggio dalle 20:45 (ingresso con contributo associativo) la prima serata si aprirà con la “proclamazione” degli otto progetti finalisti del contest e con “A Ruota Libera”, concerto/spettacolo di Massimo Donno che esplora la produzione discografica di Pierangelo Bertoli, uno dei più importanti cantautori italiani.

Dalle prime registrazioni prettamente legate ai canti politici, agli album in dialetto, fino agli ultimi capolavori, il concerto (che presto diventerà anche un disco) è un modo per raccontare la vita, l’impegno politico e sociale di Bertoli. Cantautore e musicista, Massimo Donno si divide tra canzone, teatro e scrittura. Dopo “Amore e Marchette” (Ululati/Lupo Editore, 2013), “Partenze” (Visage Music, 2015), prodotto dall’organettista Riccardo Tesi e inserito nella rosa dei votabili alle Targhe Tenco come miglior album di musica d’autore italiana, e “Viva il Re!” (SquiLibri Editore/Visage Music 2017), nel 2022 per SquiLibri editore pubblica “Lontano”. Il suo quarto album contiene importanti collaborazioni con Nabil Bey, Alessia Tondo, Mariella Nava, Rachele Andrioli, Redi Hasa, Gabriele Mirabassi, Ferruccio Spinetti e Petra Magoni (Musica Nuda), Alessandro D’Alessandro, Marco Bardoscia, Daniele Sepe e Juan Carlos “Flaco” Biondini. Donno è tra i trentanove interpreti di “Io credevo. Le canzoni di Gianni Siviero” (Squilibri Editore), omaggio a uno dei più originali cantautori italiani, che ha vinto la Targa Tenco 2020 come miglior progetto collettivo (ex aequo con “Note di viaggio – Capitolo 1: Venite avanti…” dedicato a Francesco Guccini). Nel corso degli anni ha conquistato i premi Civilia, Castrovillari d’autore e Lunezia.

Sabato 11 maggio saranno poi messi in scena gli otto lavori selezionati esclusivamente per una giuria di esperti e un gruppo di spettatori che selezioneranno i quattro finalisti che si “sfideranno” domenica 12 maggio dalle 19 (ingresso aperto al pubblico) per decretare il progetto vincitore di questa prima edizione del contest.

Domenica 26 maggio la serata finale prenderà il via alle 19 con “Storie della LiberBici”, performance di lettura e narrazione per le infanzie di tutte le età (bambini 3|10 anni e famiglie) con Michele Volpi (narrAttore, promotore della lettura). Alle 20:45 appuntamento con la musica di “Rock History” a cura degli studenti delle Scuole Pop-Rock del Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce. Ogni anno Nasca propone questa Festa del FUS – Fondo unico dello spettatore con la “riscossione degli interessi” e tanti regali per i soci.

News dal Network

Promo