Calcio Lecce, Gotti chiede attenzione: «Si tratta di uno scontro salvezza, ci sono in palio punti decisivi»

53 Visite

Un lunch match per la salvezza. Il Lecce affronta il Cagliari per certificare i progressi e allontanarsi ulteriormente dalla zona rossa. Luca Gotti chiede massima attenzione per una sfida che potrebbe risultare molto decisiva per le sorti di entrambe le squadre, nel bene e nel male. Queste le parole del tecnico giallorosso, riportate da TMW:

«Scontro diretto, giornate che diminuiscono, contesto ambientale vicino alla squadra così come il nostro. Il Cagliari, come noi, andrà alla ricerca di punti decisivi. Il Lecce visto in queste partite credo gli piaccia davvero, conoscendolo. Ranieri sa perfettamente come contrastare il Lecce, parliamo di un maestro. Nella sua carriera ha accettato sfide. È un grande punto di riferimento per me, anche dal punto di vista del comportamento. Mi piacerebbe essere come Ranieri. La partita di domani secondo me non sarà tattica. Domani si va oltre l’aspetto tattico, sarà una gara molto di atteggiamento. Il Cagliari è una squadra un po’ britannica, intesa. Ci saranno dei canoni tattici precisi, so che succederanno delle cose, ma non sarà una questione di preparazione minuziosa. Diciamo che il Lecce forse è già salvo, probabilmente è già salvo, io penso che possa essere già salvo. Ma la realtà è che oggi non lo è, lo dice la matematica. È l’unico modo giusto di vedere le cose. Ramadani può partire titolare. È stato out una decina di giorni ma sembra non sia successo nulla. L’importante sono le relazioni in campo tra i giocatori. Gradualmente cerco di prendere decisioni adeguate come squadra. Credo che Oudin si stia giovando di questo ragionamento, è molto aiutato dagli altri e dà il suo contributo volentieri in fase difensiva. Poi mette a servizio del gruppo le sue qualità tecniche, particolari: non solo il palleggio. È uno dei giocatori più importanti della categoria per passaggi chiave, significa che ha una velocità importante nella testa. La risposta vera è che non lo so. È andato tutto per il verso giusto, però bisogna sapersi attrezzare anche per la pioggia e la tempesta. Solo quando la nave sarà ormeggiata farò dei discorsi simili. Il percorso mi impedisce di godere della bellezza di questa terra e delle persone. Ho poco tempo a disposizione per l’aspetto personale. La gente mi manifesta ovunque passione e affetto. La preparazione è stata analoga a quella delle settimane precedenti. Cerco stabilità, soprattutto emotiva. Tanto, ho subito ritenuto fosse importante per una serie di motivi. Il ragazzo porta nel gruppo contributi di positività, di risoluzione dei problemi, sia in campo sia fuori».

Photo: ANSA

News dal Network

Promo