Lecce: sfonda la porta dell’obitorio per “rivedere la nonna”

34 Visite

 Il fatto è stato scoperto dal necroforo di turno al mattino, che ha trovato la porta sfondata: secondo quanto è possibile leggere da La Gazzetta, dalla visione delle immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza è stato possibile identificare l’autore del gesto che ha dichiarato di essere nipote della defunta. In un primo momento si era ipotizzato un atto vandalico o un tentativo di furto, ipotesi scartate dopo aver accertato che nessun altro danno era stato arrecato alla struttura.

L’uomo, resosi conto della gravità del suo gesto, si è presentato in obitorio poco dopo e ha confessato di essere stato sopraffatto dal dolore e dalla disperazione, tanto da non aver saputo resistere al bisogno di vedere la nonna un’ultima volta: si è scusato per il danno arrecato e si è impegnato a risarcire i costi per la riparazione della porta. Il suo atto di pentimento ha portato alla chiusura della vicenda, che altrimenti avrebbe potuto avere conseguenze penali per danneggiamento a bene pubblico. L’episodio, seppur isolato, ha acceso un dibattito sul rispetto dovuto ai defunti e ai luoghi che li ospitano.

News dal Network

Promo