L’INARRESTABILE CORSA DELLE FREQUENZE

36 Visite

 Verrebbe voglia di chiedersi se sono nate prima le frequenze, quelle elettromagnetiche o i così detti virus pandemici. Si tratta solo di eventi temporali, di razionale deduzione oppure una farneticazione del pensiero? Anche perché il Sistema, non ha smesso di propinarci iniziative, che definisce innovative, privilegiando il campo delle telecomunicazioni.

Quindi in ossequio al principio di osservanza della dualità, da essi consacrato, corre l’obbligo di tentare di comprendere se c’è dell’altro oltre ai progressi vibrazionali annunciati.  Un dialogo a distanza reso vicino dalla tecnologia 3d e dagli ologrammi che consentono di vedere vicini i nostri interlocutori distanti, non può non prevedere altri effetti che possono condizionare il funzionamento del corpo umano. Il suo cervello, l’apparato nervoso, il sistema immunitario, quello vascolare, la sua psiche.

Studi commissionati anche dalla Comunità Europea per individuare   reazioni avverse causate dalle frequenze, ha consegnato a tutti noi risultati deludenti ma anche beffardi. La ricerca che ha riguardato soprattutto le frequenze attualmente in uso con le bande del 4g( 800Mhz   2,5 Ghz) ha  messo in evidenza attraverso esperimenti in vivo ed epidemiologici, prove sufficienti di cancerogenicità nei saggi biologici sperimentali. Prove sufficienti di reazioni avverse sulla riproduzione e sullo sviluppo nell’uomo. Prove sufficienti sulla riproduzione e sviluppo negli animali da esperimento.

Mentre per frequenze più elevate del 5G(24- 27 Ghz), gli studi condotti fino ad ora, di valenza internazionale, sono stati ritenuti incompleti, insufficienti o di scarsa rilevanza. Come può essere possibile che manchino riscontri sulle reazioni avverse esercitate da frequenze millimetriche, alcune già in uso con la tecnologia 5g? La scena di un palcoscenico perennemente occupato da spettacoli fatti di racconti menzogneri, è ormai diventata una consuetudine. Questa tecnologia, per tanti fra noi di recente conoscenza, è una arma di tale potenza da giustificare il lunghissimo tempo di secretazione di cui è stata oggetto, ma anche sono stati inibiti studi ufficiali relativi alle sue possibili capacità terapeutiche. Uniformandosi alla   diligente negazione del sapere scientifico ed alla sua integrità, optando non per il vero ma per il verosimile.

Fa da sponda la certosina operazione compiuta nei confronti di un ignaro cittadino a cui tuttora vengono somministrate pozioni terapeutiche di natura mistica assicurando l’indigente, gabbato e vaccinato, che la strada della vittoria sul nemico è lastricata di attendismo e ispirazione ascetica. ( Tachipirina e vigile attesa, ricordate?) Intanto quelli del Club continuano a fare i fatti loro, che riguardano noi. Circola nelle comunicazioni chat una serie di messaggi che consigliano di seguire un percorso non partecipativo del cittadino alla vita politica comunitaria, così da invalidare l’operato del Sistema, disconoscendone i suoi meccanicismi funzionali. Quindi subendoli!  Peccato che i fautori del percorso non spirituale, affilate le armi e sedate le coscienze dei contemplativi, attraverso seducenti inviti verso la spiritualità, siano sempre pronti ad affermare la stabilità del loro deretano sulle sedie di comando per imporre  disegni criminosi ad una popolazione imbambolata.

Gli studi  sulle  bande di  frequenza cosi come  su altri percorsi  conoscitivi dello scibile umano, sono stati artatamente oscurati e resi inaccessibili alla conoscenza   ufficiale, preferendo un percorso di” ricerca” più remunerativo oggi ben rappresentate dalle aziende farmaceutiche.  Una  strana discordanza  tenuto conto che  abbiamo  assimilato l’ importanza diagnostica e terapeutica   studiando le alterazioni del ritmo cerebrale fatto di frequenze,  le gravi conseguenze che possono derivare  dalle  alterazioni del ritmo  e dei gravi danni che subisce   il  muscolo cardiaco,  il circolo arterioso e tutto il suo  funzionamento . 

La medicina ufficiale si è fermata allo studio delle frequenze di solo due apparati. Se esiste un fenomeno vibratorio per due apparati del corpo umano , perché gli altri  sistemi  dovrebbero esserne privi?  Ma anche gli  ospiti del nostro organismo, spesse volte aggressori, oltre che commensali, virus, batteri, spore, sono anch’essi  fatti di frequenze! Il nostro organismo intero è una frequenza come quella posseduta dalla Terra.  Chi ha deciso di trascurare questo piccolo grande particolare, lasciando ai tanti faccendieri la gestione di virtuosismi preferenziali? 

UGO LOMBARDI

News dal Network

Promo