Pun Aprile 2024: a cosa è dovuta la riduzione?

35 Visite

Che cos’è il PUN?

Il Prezzo Unico Nazionale (PUN) è il prezzo di riferimento per l’energia elettrica all’ingrosso in Italia. Viene calcolato come la media ponderata dei prezzi zonali di vendita per ogni ora del giorno, stabilito giornalmente sulla base delle transazioni effettuate nel mercato dell’energia elettrica. Il PUN è essenziale per determinare le tariffe variabili e fisse proposte dai fornitori di energia elettrica, come Iren, ai consumatori finali.

PUN 2024: tendenza al ribasso confermata ad Aprile

Nel primo trimestre del 2024, il PUN ha mostrato una tendenza al ribasso, con una significativa diminuzione nel mese di aprile. I dati rivelano che il prezzo medio in marzo 2024 era di €0,08933 per kWh, confrontabile con €0,09916 in gennaio e €0,08763 in febbraio. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dove il PUN raggiungeva valori notevolmente più alti, questa tendenza rappresenta una diminuzione sostanziale. Il confronto dei dati mensili dimostra che:


  • Marzo 2023: €0,13638 per kWh

  • Febbraio 2023: €0,161 per kWh

  • Gennaio 2023: €0,174 per kWh


Questi confronti evidenziano una riduzione progressiva e consistente del PUN, influenzando positivamente i costi delle offerte di energia elettrica per i consumatori.

I fattori che hanno favorito la riduzione del PUN nel 2024

Diversi fattori hanno contribuito alla diminuzione del PUN in aprile 2024. I principali includono:


1. Diminuzione del Prezzo del Gas: Il disaccoppiamento dei prezzi dell’energia elettrica da quelli del gas naturale, attuato tramite il decreto “Energy Release”, ha ridotto la dipendenza dei prezzi dell’elettricità dalle fluttuazioni del mercato del gas.

2. Aumento della Produzione da Fonti Rinnovabili: Un incremento nella produzione di energia da fonti rinnovabili ha contribuito a ridurre la necessità di energie prodotte da combustibili fossili, abbassando così il costo medio dell’energia sul mercato.


3. Interventi Regolatori: Le politiche regolatorie, inclusi i decreti “Aiuti Bis” e le misure di sostegno al settore, hanno avuto un impatto stabilizzatore sui prezzi, offrendo maggiore prevedibilità e minori picchi di prezzo.


4. Riduzione della Domanda: Una lieve riduzione nella domanda di energia elettrica, parzialmente dovuta a miglioramenti nell’efficienza energetica e a condizioni meteorologiche favorevoli, ha contribuito a mantenere basso il PUN.

Previsioni dell’andamento del PUN nei prossimi mesi

L’analisi del PUN nel primo trimestre del 2024 mostra un trend di riduzione, favorevole sia per i consumatori che per l’economia in generale. I dati sottolineano l’importanza delle politiche energetiche e degli sviluppi infrastrutturali per la stabilizzazione dei prezzi dell’energia. Continuando su questa traiettoria, l’Italia potrebbe esperire una significativa diminuzione del costo energetico, con benefici estesi a tutti i settori economici e domestici.

Fonte: https://www.prontobolletta.it/news/riduzione-pun-aprile-2024/

News dal Network

Promo