Galatone: attirato in trappola su sito incontri on line, minacciato e rapinato, due arresti

43 Visite

Avrebbero attirato in una trappola, attraverso un sito di incontri online, un giovane di Casarano per poi minacciarlo e aggredirlo con il supporto di un cane pitbull e infine rapinarlo. E’ accaduto ieri mattina a Galatone, in provincia di Lecce, dove un uomo e una donna sono stati arrestati in flagranza di reato dai carabinieri con l’accusa di rapina. Il giovane, secondo quanto riferito nella denuncia, dopo il contatto sulla rete avrebbe preso un appuntamento con la donna in un bar nel comune di Galatone. Fissati i dettagli, la donna però non si è fatta trovare al primo appuntamento tanto da indurre la vittima a ricontattarla telefonicamente. Dopo vari sotterfugi, il giovane è stato invitato dalla donna a raggiungerla in un’abitazione distante poche centinaia di metri dal luogo previsto e dove la vittima si è recata seguendo le indicazioni che la stessa ha fornito.

Ad attenderlo però, oltre all’interlocutrice, c’era anche una terza persona, un uomo presunto complice della stessa, che, secondo quanto riferito nella denuncia, lo avrebbe subito aggredito con uno schiaffo al volto e poi minacciato (istigandogli contro un cane pitbull di grossa taglia,) qualora non avesse consegnato tutti i contanti che aveva con sé. L’aggressore, quindi, sarebbe riuscito a sottrargli due banconote da 50 euro prima che il malcapitato riuscisse a divincolarsi e fuggire contattando immediatamente i carabinieri della Stazione. Immediate le indagini avviate dai militari sulla coppia, già nota alle forze dell’ordine, attraverso cui è stato possibile ricostruire la dinamica dell’evento e quindi risalire all’identità dei presunti rapinatori. Questi ultimi, a seguito di una perquisizione personale, sono stati trovati in possesso della refurtiva. Al termine delle operazioni di polizia, entrambi sono stati arrestati e, su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica di Lecce che conduce le indagini, sottoposti alla misura cautelare personale degli arresti domiciliari.

News dal Network

Promo