Mancata messa in sicurezza SS 274 Gallipoli-Leuca, interrogazione di Pagliaro

40 Visite

Nota del consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani.

 «Mentre la statale 274 continua a mietere vittime, cos’ha fatto la Regione per dare attuazione alla mia mozione per la sua messa in sicurezza, approvata all’unanimità dal Consiglio regionale a luglio 2022? È quello che domando in una interrogazione urgente indirizzata al presidente Emiliano e all’assessora ai trasporti Maurodinoia, chiedendo conto del mancato inserimento degli impegni di quella mozione nel Piano attuativo 2021-2030 del Piano Regionale dei Trasporti, approvato dalla Giunta a dicembre scorso. Per la provincia di Lecce sono previsti dieci interventi sulla rete stradale, e tra questi figura la messa in sicurezza della 274, ma solo per un tratto e soltanto a due corsie, mentre la mia mozione prevede espressamente la realizzazione del tracciato a 4 corsie. Come per la 7 ter Bradanico-Salentina, la storia si ripete: una progettazione di ripiego che punta a risolvere alcune criticità, senza però prevedere né l’allargamento della sede stradale né un disegno complessivo per rimuovere tutte le insidie della statale 274, maglia nera per incidentalità e mortalità. 

A cosa servono le mozioni approvate in aula, se poi il Governo regionale non fa nulla per attuarle? L’impegno messo nero su bianco nel testo che ha incassato l’ok unanime del Consiglio regionale parla chiaro: attivarsi subito per l’ammodernamento e la messa in sicurezza della strada statale 274 Salentina Meridionale, interloquendo con Anas e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la progettazione e per il reperimento dei fondi necessarie a realizzare il tracciato su quattro corsie e a rimuovere i punti di criticità della strada che collega Gallipoli a Leuca”.

Nonostante siano trascorsi diciannove mesi dall’approvazione di quella mozione, non risulta vi siano interlocuzioni aperte con Anas e Ministero per darvi attuazione, mentre sulla statale Salentina Meridionale si continua a morire».

News dal Network

Promo