Liste attesa in sanità, Azione: “Puglia incapace di garantire i tempi”

28 Visite

«Dopo la nostra segnalazione di oscuramento dei dati sulle liste d’attesa in sanità, sono stati finalmente pubblicati, relativi all’intero 2023 e per ogni provincia pugliese, e noi li abbiamo riportati nella sezione “liste d’attesa” del portale pugliainazione.it. Il monitoraggio mostra palesemente l’incapacità della Puglia di rispondere entro i tempi previsti, sia pur con qualche luce che però non è in grado di fare giorno. Ne deriva che ancora tantissimi pugliesi, quotidianamente, si vedono costretti a rivolgersi alle prestazioni a pagamento. Tutto questo, inoltre, mette in evidenza anche la mancata esecuzione, da parte delle burocrazie sanitarie regionali e provinciali, delle delibere della Giunta regionale, in particolare quelle dell’aprile e del novembre 2023. Ciò significa che bisogna procedere al più presto a riformare l’intero apparato burocratico della sanità, attraverso una rotazione che abbia il gusto dello smantellamento di un terribile andazzo connotato da evidente inerzia.”

Lo dichiarano il Consigliere e commissario regionale di Azione Fabiano Amati, i Consiglieri regionali Sergio Clemente, Ruggiero Mennea, capogruppo, e del responsabile regionale sanità Alessandro Nestola.


«Sul portale, con tre colori distinti, è indicata la capacità delle strutture di ogni provincia pugliese a rispondere entro i tempi massimi alle richieste dei pazienti: il verde indica che le prenotazioni entro i tempi massimi sono pari almeno al 90% del totale delle prenotazioni, il colore giallo un valore compreso tra il 50% e l’89%, mentre il colore rosso un valore inferiore al 50%.

Le prestazioni “Urgenti” sono da erogare entro le 72 ore, le Brevi entro 10 giorni, le Differibili entro 30 giorni per le visite mentre entro 60 per gli accertamenti diagnostici, le Programmate entro 180 giorni.

Disponibile, inoltre, per ogni provincia, il dettaglio di ogni prestazione suddivisa per mese.

Per fare un esempio, nella provincia di Bari nel mese di gennaio una prenotazione urgente di RM addome inferiore e scavo pelvico senza e con mezzo di contrasto aveva 100 giorni di attesa. Solo il 7% del totale delle richieste per questa prestazione sono state gestite entro i termini stabiliti dalla categoria.

Di seguito i dati di ogni provincia suddivisi per categoria Urgente, Breve, Differibile e Programmata.

CATEGORIA URGENTE (da erogare entro le 72 ore) Profondo rosso: nella metà delle province pugliesi non si raggiunge la sufficienza nemmeno per quanto riguarda la gestione dei casi che hanno priorità massima. Nello specifico:

• Provincia BARI > nel 2023 è costantemente in fascia rossa. Il valore migliore è stato registrato a novembre con meno del 27% dei casi trattati entro il termine massimo stabilito per classe di priorità: più di 2 pazienti su 3, quindi, con molta probabilità, sono costretti a rivolgersi a strutture private.

A dicembre per una colonscopia totale con endoscopio flessibile 171 giorni di attesa, solo il 4% di prestazioni garantite entro il tempo massimo (1 su 23).

• Provincia BAT > stesso discorso vale per la provincia BAT. Il caso migliore a febbraio, meno del 23% dei casi trattati entro il termine massimo stabilito.

A dicembre per una TC del torace senza e con mezzo di contrasto 84 giorni di attesa, solo il 4% delle prestazioni garantite entro il tempo massimo (1 su 22).

• Provincia di BRINDISI > fascia verde per i mesi da gennaio ad aprile, da settembre a novembre. Gialla per i restanti. Risultato migliore a febbraio col 98% dei casi gestiti entro il termine previsto.

A dicembre per una elettromiografia semplice per arto inferiore 12 giorni di attesa, col 16% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (2 su 12).

• Provincia di FOGGIA > fascia gialla per la provincia di Foggia, dove il risultato migliore è registrato a settembre: 72 casi su 100 sono stati gestiti entro il termine previsto A dicembre per una risonanza magnetica di addome inferiore e scavo pelvico senza e con mezzo di contrasto 123 gg di attesa, col 25% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (2 su 8).

• Provincia di LECCE > la migliore in Puglia nella gestione delle urgenze. Fascia verde in ogni mese: un modello da esportare. Luglio il mese migliore con 99.57% di casi gestiti entro i termini temporali previsti.

A dicembre il risultato “peggiore” è registrato per la prima visita neurologica: 2 giorni di attesa e ben il 93% di prestazioni erogate entro i tempi stabiliti (14 su 15).

• Provincia di TARANTO > Fascia gialla nei mesi da gennaio a maggio e novembre, fascia rossa da giugno a ottobre e dicembre. Risultato migliore a maggio col 57.6% di casi gestiti entro i termini previsti.

A dicembre per la prima visita endocrinologica 27 giorni di attesa, col 20% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (1 su 5).

• Regione PUGLIA > la media, nonostante Lecce e Brindisi, è rappresentata da risultati in fascia rossa per ogni mese dell’anno. Risultati migliorati negli ultimi mesi, ma troppo lontani dall’esigenza rappresentata dai casi urgenti. La Puglia non riesce a gestire entro i tempi stabiliti molto meno della metà dei casi.

 

CATEGORIA BREVE (da erogare entro 10 giorni) • Provincia di BARI > fascia rossa per ogni mese. Risultato migliore per luglio: solo il 36% dei casi sono stati gestiti entro termine previsto.

A dicembre per un test cardiovascolare da sforzo con cicloergometro o con pedana mobile 177 giorni di attesa, col 10% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (6 su 60).

• Provincia di BAT > come Bari, anche qui il risultato migliore a luglio col 27% di casi gestiti entro il termine previsto.

A dicembre per una risonanza magnetica di encefalo e tronco encefalico senza e con mezzo di contrasto 248gg di attesa, col 6% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (3 su 47).

• Provincia di BRINDISI > fascia gialla a gennaio (50%), rossa in tutti gli altri mesi.

A dicembre per la prima visita urologica 48 giorni di attesa, col 17% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (11 su 63).

• Provincia di FOGGIA > fascia gialla tutti i mesi, risultato migliore a dicembre (87%).

A dicembre per una risonanza magnetica di addome inferiore senza e con mezzo di contrasto 85 giorni di attesa, col 41% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (5 su 12).

• Provincia di LECCE > fascia verde ogni mese, provincia migliore nella categoria Breve, 99.54% registrato ad aprile.

A dicembre per una prima visita di chirurgia vascolare 21 giorni di attesa, col 67% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (2 su 3).

• Provincia di TARANTO > fascia rossa ad agosto, gialla negli altri mesi, 58% registrato a febbraio.

A dicembre per una colonscopia totale con endoscopio flessibile 63gg di attesa, col 3% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (1 su 32).

• Regione PUGLIA > anche per la categoria breve la Puglia è in fascia rossa in ogni mese dell’anno. Risultato migliore a luglio col 47%.

 

CATEGORIA DIFFERIBILE (da erogare entro 30 giorni per le visite, 60 per gli accertamenti) • Provincia di BARI > fascia gialla nei mesi di gennaio, febbraio, aprile, luglio-settembre, dicembre. Rossa per gli altri mesi. 59% a gennaio è il miglior dato registrato.

A dicembre per una colonscopia totale con endoscopio flessibile 286 giorni di attesa, col 27% di prestazioni erogate entro i tempi massimi (26 su 95).

• Provincia di BAT > fascia rossa per tutti i mesi. Il risultato migliore è un 46% registrato a gennaio.

A dicembre per una prima visita oculistica 285 giorni di attesa, col 10% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (21 su 206).

• Provincia di BRINDISI > fascia gialla per gennaio e febbraio, rossa in tutti gli altri mesi. Risultato migliore a gennaio col 53%.

A dicembre per la prima visita ortopedica 164 giorni di attesa, col 7% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (8 su 107).

• Provincia di FOGGIA > fascia gialla da gennaio ad aprile, luglio e ottobre. Verde per gli altri mesi. Provincia migliore nella gestione delle prenotazioni in categoria differibile. Risultato migliore a settembre col 92% di casi gestiti entro i termini stabiliti per la categoria.

A dicembre per una risonanza magnetica di encefalo e tronco encefalico senza e con mezzo di contrasto 110 giorni di attesa col 61% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (8 su 13).

• Provincia di LECCE > fascia gialla per tutti i mesi. Risultato migliore registrato a giugno col 70% di casi gestiti entro il termine previsto.

A dicembre per la prima visita otorinolaringoiatrica 41 giorni di attesa col 30% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (54 su 176).

• Provincia di TARANTO > fascia gialla in ogni mese, col miglior risultato registrato nei mesi di agosto, settembre e dicembre col 76% di casi gestiti entro il termine previsto.

A dicembre per la prima visita cardiologica 55 giorni di attesa col 48% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (48 su 100).

• Regione PUGLIA > nei mesi di marzo e novembre i dati dicono che la Regione è stata gravemente insufficiente nella gestione delle prenotazioni con categoria Differibile. Fascia gialla per gli altri mesi. Risultato migliore a settembre col 57% dei casi gestiti entro i termini previsti dalla legge.

 

CATEGORIA PROGRAMMATA (da erogare entro 180 giorni) • Provincia di BARI > fascia gialla per ogni mese, col risultato migliore registrato a gennaio: 84% dei casi gestiti entro i termini stabiliti dalla categoria.

A dicembre per una esofagogastroduodenoscopia 216 giorni di attesa, col 31% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (38 su 121).

• Provincia di BAT > fascia gialla per tutti i mesi. Risultato migliore registrato a gennaio: 80%.

A dicembre per un eco color dopplergrafia dei tronchi sovra aortici 150 giorni di attesa, col 45% di prestazioni erogate entro i tempi stabiliti (58 su 128).

• Provincia di BRINDISI > fascia gialla per tutti i mesi. Registrato il valore migliore ad agosto: 70% di casi gestiti entro i termini previsti.

A dicembre per una prima visita ortopedia 241 giorni di attesa, col 10% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (18 su 165).

• Provincia di FOGGIA > migliore in Puglia nella gestione della categoria, con fascia verde per ogni mese dell’anno. Risultato migliore a dicembre col 98.6% di casi gestiti entro il termine previsto.

A dicembre per una risonanza magnetica di encefalo e tronco encefalico senza e con mezzo di contrasto 97 giorni di attesa, con l’80% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (64 su 80).

• Provincia di LECCE > fascia gialla per tutti i mesi. Risultato migliore ad aprile: 73% di casi gestiti entro il termine massimo.

A dicembre 264 giorni di attesa per la prima visita urologica, col 9% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (23 su 252).

• Provincia di TARANTO > fascia gialla per tutti i mesi. Risultato migliore a luglio con l’84% di casi gestiti entro il termine previsto dalla categoria.

A dicembre 291 giorni di attesa per una colonscopia totale con endoscopio flessibile, col 14% di prestazioni erogate entro il tempo massimo (10 su 71).

• Regione PUGLIA > in media la Puglia è stata da fascia gialla in ogni mese dell’anno: risultato migliore a dicembre col 79% dei casi gestiti entro il termine previsto».

News dal Network

Promo