Aqp: Treccani presenta “La Promessa della Madre”, viaggio tra paesaggi e opere di Acquedotto Pugliese

44 Visite

“Water for Peace” ovvero Acqua per la Pace. È questo il nome dell’iniziativa che si svolgerà nella mattinata di domani 22 marzo a Gravina nell’ambito del  Programma H2O Heritage, Habitat, Orienteering.  Una passeggiata patrimoniale per celebrare la Giornata mondiale dell’acqua, con  attività di orientamento formativo lungo il costone della Gravina e alla scoperta dell’acquedotto Madonna della Stella.

Protagonisti dell’iniziativa saranno gli studenti delle classi 3^B, 3^E , 4^C e 4^D indirizzi scientifico e OSA del Liceo “Leonardo Da Vinci” di Bisceglie.  L’evento è organizzato dallo stesso Liceo, in collaborazione con il Comune di Gravina e il Club per l’UNESCO di Bisceglie la cui Presidente Pina Catino, promuove da sempre la celebrazione delle Giornate Mondiali ONU e UNESCO.

Gli studenti durante la passeggiata patrimoniale visiteranno la Necropoli di Padre Eterno e la Condotta Sant’Angelo Madonna della Stella che insieme alla Riserva naturale di San Giuliano a Matera,  costituiscono una grande opportunità per conoscere i processi evolutivi del nostro territorio e far comprendere, agli studenti, l’importanza delle Scienze della Terra per l’intero Pianeta. Il percorso ricalcherà in parte il tracciato del “Cammino materano – Via Peuceta”.

Ad accogliere gli studenti per porgere il saluto dell’Amministrazione Comunale ci saranno Il Sindaco Fedele Lagreca e il Consigliere delegato alla Tutela e Valorizzazione dell’Habitat rupestre, Ignazio Lovero.
Una iniziativa realizzata anche in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e con la SIGEA-APS (Società Italiana di Geologia Ambientale).
Faranno da guide lungo il percorso gravinese il Prof. Marcello Tropeano dell’Università di Bari e il geologo Massimiliano Marroccoli della SIGEA-APS.

Dichiarazione del Sindaco di Gravina Dr. Fedele Lagreca:


«Siamo onorati di accogliere gli studenti dell’Istituto “Da Vinci” perché quando parliamo di territorio, storia e cultura, le scuole sono nostri interlocutori privilegiati. Questa visita sarà per noi anche un banco di prova in vista dell’istituendo Parco Regionale della Gravina che racchiude nei suoi confini la Collina di Botromagno, il centro storico e le cave. Un progetto che lega i due versanti del canyon sul torrente Gravina, compresi il Ponte Acquedotto e l’Habitat Rupestre circostante e che per questa città rappresenta una opportunità che, tra l’altro, potrebbe portare alla valorizzazione del nostro enorme patrimonio sotterraneo e ipogeico dove l’acqua è l’elemento fondamentale».

Dichiarazione dell’Assessore all’Ambiente Vincenzo Varrese:

«L’iniziativa promossa con il liceo Da Vici, che vede coinvolti anche il club Unesco, il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Bari e  la SIGEA-APS, rappresenta un momento importante nell’ambito di tutte le iniziative che il Comune di Gravina ha avviato sul piano della valorizzazione e promozione del territorio. Qui abbiamo un habitat unico nel suo genere dove l’opera dell’Uomo, ha arricchito  e reso unico un paesaggio che ha molto da raccontare. Dal resto Gravina è la città dell’acqua e della pietra. Dichiarazione Consigliere delegato alla Tutela e Valorizzazione dell’Habitat rupestre Ignazio Lovero. Abbiamo sposato con entusiasmo l’iniziativa promossa dal Club Unesco di Bisceglie e dalla Sigea – Società Italiana di Geologia Ambientale».

La scelta della passeggiata patrimoniale, intensa visita formativa da parte delle giovani generazioni biscegliesi, nel costituendo Parco Regionale Naturalistico di Gravina gratifica il nostro impegno nella tutela e valorizzazione dell’habitat rupestre, degli ipogei e de la Gravina. L’istituzione del Parco Naturalistico è una pianificazione di ampio respiro. Una risposta concreta per la  promozione e la valorizzazione del territorio e del nostro patrimonio naturalistico, storico e culturale.

News dal Network

Promo