Fci Puglia. Trofeo Maglie Bike: un pieno di emozioni a Palmariggi con la mountain bike cross country

32 Visite

Un notevole successo di partecipazione ha arriso al Trofeo Maglie Bike giunto alla sedicesima edizione. Anche quest’anno l’evento non ha deluso le aspettative accogliendo a Palmariggi, all’ombra del Santuario di Montevergine, una moltitudine di atleti da più zone d’Italia in virtù dell’importante abbinamento al circuito XCO Borbonica Cup, oltre a far parte del Puglia XCO Challenge.

Impeccabile la regia organizzativa in loco del sodalizio Maglie Bike presieduto da Marco Mele e da alcuni anni a questa parte lo svolgimento del Trofeo Maglie Bike va assumendo contorni sempre più prestigiosi e rilevanti per quantità e qualità.

Obiettivo podio raggiunto nelle categorie agonistiche per Oscar Carrer (Fusion Bike), Alex Caruzzi (GS Azzida Valli del Natisone) e Daniele Losacco (Kalos Scuola di Ciclismo Strada e Fuoristrada) tra gli esordienti uomini primo anno, Flavia Maria Zuccariello (Mongibello Mtb Team), Alessia Russo (Team Go Fast Puglia) ed Elisha Fiorello (Racing Team Agrigento) tra le esordienti donne primo anno, Marco Sicuro (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino), Ivan Mortillaro (Giesse Pro Cycling) e Daniele Fabbri (Ciclo Club Appenninico 1907) tra gli esordienti uomini secondo anno, Sarah Lardizzone (Pantelleria Outdoor), Martina Lacava (GS Ciclistico Grottaglie) e Noemi Fracchiolla (Fusion Bike) tra le esordienti donne secondo anno, Walter Vaglio (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino), Gabriele Abella (GI Esse Pro Cycling) e Paolo Aglialoro (Asd Ciclotour) tra gli allievi uomini primo anno, Erminia Buscemi (LPM Group), Elisa Di Mercurio (Cycling Cafè Racing Team) e Alessandra Lauria (Team Bykers Viggiano) tra le allieve donne primo anno, Giuseppe Bruno (Asd Ciclotour), Simone Tripoli (Asd Bike 1275) e Ivan Diomede (Fusion Bike) tra gli allievi uomini secondo anno, Alessia Maria Micieli (Naturosa-Bike&Co Ragusa), Fatima Sulfaro (Team Extreme 2000) e Giada Nunziatina Nascondiglio (Naturosa-Bike&Co Ragusa) tra le allieve donne secondo anno, Marco Russo (Vini Fantini Sportur Free Bike), Michele Affricani (Bici Adventure Team) e Lorenzo Adamo (Nonsolobike) tra gli juniores uomini, Sofia Filippi Eliotropio (Probike Erice), Denise Schito (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino) e Angelica Brucoli (Avis Bike Ruvo) tra le juniores donne, Vittorio Carrer (Fusion Bike), Gabriele Giuseppetti (Cycling Cafè Racing Team) e Ivan Schito (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino) tra gli under 23 uomini, Chiara Vitello (Racing Team Agrigento) ed Elena Maria Saffioti (Cycling Cafè Racing Team) tra le under 23 donne,

Sul medesimo tracciato di scena anche gli amatori con i primati di categoria ad appannaggio di Sabrina Manco (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino) tra le master donna 3, Angela Pisanò (Asd Collepassese) tra le master donna 4, Antonio Russo (Asd Terrarussa Ciclismo) tra gli élite sport, Alessandro De Matteis (Scuola di Ciclismo Tugliese Salentino) tra i master 1, Stefano Bevilacqua (Ciclo Club Spongano) tra i master 2, Andrea Pagliara (Asd Terrarussa Ciclismo) tra i master 3, Andrea Diomede (Team Oroverde Bitonto) tra i master 4, Andrea Martina (Team Eracle) tra i master 5, Luigi Stomeo (Maglie Bike) tra i master 6, Antonio Centonze (Ciclistica Vernolese) tra i master 7 e Luigi Antonio Tondi (Onlybike Parabita) tra i master 8.

«Da parte mia e della Federazione Ciclistica Italiana, complimenti di vero cuore agli organizzatori locali che, ancora una volta, hanno dimostrato la loro capacità di allestire e  di far crescere questa manifestazione che si sta sempre consolidando nel tempo ed è ancora più bella da vedere e da seguire, così come il format della Borbonica Cup” ha commentato ai microfoni di Mtb Granfondo il vice presidente vicario della Federazione Ciclistica Italiana Carmine Acquasanta, a cui ha fatto seguito la soddisfazione del presidente regionale FCI Puglia Giuseppe Calabrese: “Il movimento giovanile nel fuoristrada da qualche anno si è alzato di livello e nelle manifestazioni nazionali, i nostri atleti pugliesi continuano ad ottenere ottimi risultati. L’attività giovanile è viva negli ultimi tempi e questo porta beneficio a tutto il nostro movimento regionale e anche a quello del Sud Italia perché c’è un lavoro di sinergia e di valorizzazione dei giovani talenti grazie al circuito XCO Borbonica Cup. La Federazione Ciclistica Italiana protegge il movimento giovanile che rappresenta il serbatoio principale per fare il salto nelle categorie internazionali».

News dal Network

Promo