Il castello di tutti a Corigliano d’Otranto (Le)

44 Visite

Da venerdì 15 a domenica 17 marzo il Castello Volante di Corigliano d’Otranto ospita una vera e propria festa per i beni culturali accessibili. Tre giorni di incontri, proiezioni, musica e performance a ingresso libero e gratuito per presentare e raccontare al pubblico “Il castello di tutti”, progetto sostenuto dal Ministero della Cultura, per consentire una più ampia partecipazione alla cultura, nell’ambito dell’avviso pubblico per la rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei, biblioteche e archivi. Negli ultimi nove mesi, le tre imprese culturali e creative – Multiservice Eco, Coolclub e Big Sur – che dal 2017, insieme al Comune di Corigliano d’Otranto, coordinano il progetto del Castello De’ Monti (vincitore del Bando della Regione Puglia per la valorizzazione degli attrattori culturali), hanno lavorato con l’Aps 34° Fuso e l’Università del Salento per rendere l’antica fortezza un luogo più aperto e accessibile da chiunque, integrando tecnologia e umanità. Il complesso monumentale sarà sempre più in grado di garantire accessibilità e sostenibilità grazie a una serie di interventi per l’adeguamento del piano di abbattimento delle barriere architettoniche, un ciclo di formazione specifica del personale, la realizzazione di nuovi percorsi museali e un sito internet e una comunicazione accessibili.

Venerdì 15 marzo il programma prenderà il via alle 17 con il primo dei due incontri partecipativi con La scuola Viva! sul paesaggio, avviata all’interno dell’articolato progetto di socialità e formazione Viva – tante belle cose, pensato per gli over 50 (in particolare vedovi e vedove). Alle 18:30 la serata entrerà nel vivo con una riflessione sui Beni culturali accessibili. All’incontro – con gli animatori del Castello Volante – parteciperanno Lucia Costantini (consigliera comunale di Corigliano d’Otranto delegata alla cultura), Fabio Fornasari (architetto, ricercatore, museologo e responsabile scientifico del Museo Tolomeo di Bologna – in collegamento), addetti ai lavori, progettisti, amministratori. Alle 20:00 la serata, in collaborazione con Avant Festival, proseguirà con Corpus Nil dell’artista, performer, regista teatrale e teorico Marco Donnarumma che da circa vent’anni intreccia performance contemporanea, new media art e computer music interattiva. Alle 20:45, infine, il Cinema del reale curerà Io è l’altro, una rassegna di film dedicati al tema dell’accessibilità e della disabilità che da sempre hanno trovato rappresentazione nel mondo del cinema. La selezione, a cura del direttore artistico Paolo Pisanelli, proporrà cortometraggi di Isabella Salvetti, Maria Iovine, Agnès Varda, Cecilia Mangini, Margherita Ferri, Frédéric Back e vari progetti del territorio.

Sabato 16 marzo si riparte alle 17 con il secondo incontro partecipativo con La scuola Viva! sul paesaggio. Alle 19:00 poi con Cinema accessibile e inclusione sensoriale si vedrà un film con audiodescrizione e sottotitoli a cura di Poiesis. Alle 20:30 in scena L’io minimo (ad alta voce): un’azione performativa per musica e scrittura dal vivo con Giorgio Distante (tromba ed elettronica) e Giulia Maria Falzea (testi), affiancati per l’occasione dall’attrice Alessandra De Luca. Alle 21:30 infine Miro Durante (chitarra e voce) proporrà Mezzaluna. Oltre ai brani del suo album “A te sarò per sempre” (Nauna Cantieri Musicali), accompagnato da Vito De Lorenzi (percussioni e batteria), Giorgio Distante (tromba e tuba), Emanuele Licci (tsouras), il cantautore si esibirà in alcuni inediti che faranno parte del suo prossimo lavoro discografico.

Domenica 17 marzo la giornata conclusiva si aprirà alle 11:00 con Danzare il mito, una performance site specific di fruizione collettiva tra danza e musica. La Compagnia Tarantarte, diretta da Maristella Martella, propone una diversa modalità di fruizione di luoghi non convenzionalmente dedicati alla performance che passa attraverso il corpo, attraverso la “messa in danza e in musica” di alcune opere presenti nei musei archeologici italiani e del Mediterraneo. A seguire si andrà alla scoperta del Castello con una speciale visita guidata e in LIS. Alle 13:00, infine, sulle terrazze del bistrot Nuvole, degustazione del nuovo menù per “ogni esigenza”.

Il progetto Castello Volante è, sin dalla sua nascita, un laboratorio multidisciplinare dove si incontrano e dialogano storia, architettura, cinema, musica, fotografia, scrittura, gastronomia e artigianato. Un sistema di officine creative, un grande cantiere delle arti visive e performative in connessione con il territorio e la comunità per la riscoperta e la tutela dei beni immateriali, la pratica artistica, il nutrimento dei pensieri che volano.

News dal Network

Promo