Lecce: morto per un malore improvviso in carcere il boss Casamonica

35 Visite

È deceduto per un malore improvviso nel carcere di Borgo San Nicola a Lecce, Ferruccio Casamonica, considerato un esponente di spicco dell’omonimo gruppo criminale romano. Stando a quanto si apprende, il boss 72enne stava scontando da più di un anno la condanna definitiva a cinque anni e otto mesi di reclusione per associazione per delinquere finalizzata all’usura.

Secondo la ricostruzione, nel pomeriggio di ieri l’uomo ha avvertito un malore che ha reso necessario l’intervento dei sanitari del 118. Nonostante i soccorsi, per il 72enne non c’è stato nulla da fare.

Stando a quanto si apprende, Casamonica era ricoverato nel reparto infermeria dopo che le sue condizioni di salute erano peggiorate negli ultimi mesi: la richiesta di ottenere i domiciliari – formulata dal suo difensore – era stata respinta dal Tribunale di Roma che aveva ritenuto che le sue condizioni di salute erano compatibili con la detenzione in carcere.

News dal Network

Promo