Calcio Lecce, così non va: i giallorossi perdono la testa e la sfida salvezza contro l’Hellas Verona

56 Visite

Non una partita facile, per condizioni metereologiche e psicologiche, ma forse una delle più importanti. Il Lecce viene spazzato via dal vento e dal gol di Michael Folorunsho per ritrovarsi con un pugno di mosche in mano e tanta frustrazione venuta fuori nel finale nel peggiore dei modi. Al primo vero affondo dell’Hellas Verona, i giallorossi capitolano: il tiro deviato dell’ex centrocampista del Bari è l’immagine del momento di difficoltà della squadra di Roberto D’Aversa. La reazione dei padroni di casa arriva, anche se in maniera frenetica e poco organizzata.

Le idee scarseggiano, ma la volontà del Lecce di rimetterla in parità è grande. I tentativi, specialmente nel primo tempo, sembravano potessero portare ad una boccata d’ossigeno, ma tra le parate di Lorenzo Montipò e la traversa colpita i giallorossi perdono via via le speranze. Il secondo tempo porta solo a un aumento della tensione in casa Lecce, esplosa dopo il fischio finale con la testata di Roberto D’Aversa nei confronti dell’attaccante avversario Thomas Henry. Al di là dei fatti gravi accaduti, per il Lecce è una sconfitta che pesa come un macigno.

Foto: ANSA

News dal Network

Promo