Dopo scissione clan contrasti tra 2 gruppi a Casarano per egemonia territorio, 13 arresti

55 Visite

Minacciato di morte per presunti debiti di natura economica legati agli stupefacenti. Da questo episodio, accaduto nel 2020 a Casarano, è partita l’indagine che ha portato questa mattina i carabinieri del Comando Provinciale di Lecce, con il supporto in fase esecutiva dei Comandi provinciali di Brindisi e Matera, dello Squadrone Eliportato Cacciatori ‘Puglia’, del Nucleo Cinofili di Bari, del Nucleo Elicotteri di Bari-Palese e dell’XI° Reggimento CC ‘Puglia’, a compiere una operazione antidroga con l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare personale a carico di 13 persone (di cui 12 in carcere e 1 ai domiciliari), emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia.

Sono indagate, a vario titolo, per associazione finalizzata al traffico ed alla detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto illegale in luogo pubblico di armi. L’inchiesta, condotta dai carabinieri della Compagnia di Casarano, ha preso origine da un’aggressione subita nel novembre 2020 da un uomo considerato interno alle dinamiche delle compagini criminali. I provvedimenti sono stati eseguiti nei comuni di Casarano, Ugento, Lecce, San Donaci (Brindisi) e Matera. Dopo quell’episodio gli accertamenti dei militari sono giunti alla conclusione che nel comune di Casarano, a contendersi l’egemonia del territorio, vi fossero due organizzazioni criminali contrapposte, una delle quali operante all’interno del quartiere di case popolari di ‘Contrada Botte’.

L’attività investigativa, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce fino a febbraio 2023, attraverso intercettazioni di conversazioni e comunicazioni telefoniche e telematiche, pedinamenti, osservazioni e ricognizioni aeree, ha acquisito un quadro indiziario ritenuto poderoso a carico degli indagati accertando l’esistenza di due associazioni criminali ben strutturate nate sulla scia della scissione dell’originario gruppo casaranese organico alla Sacra Corona Unita.

News dal Network

Promo