Calcio Lecce, pareggio nocivo: l’1-1 con il Frosinone inguaia terribilmente i giallorossi

70 Visite

Una nuova occasione per rialzarsi è andata perduta. Nessuna reazione sul piano tecnico o della prestazione, ma solo tanta difficoltà nel creare problemi al Frosinone. Eppure la partenza è abbastanza positiva: al 25′ arriva una ghiotta occasione per Nikola Krstovic, negata dai piedi di Michele Cerofolini. I ciociari si svegliano proprio nel finale di primo e alla prima vera occasione passano in vantaggio con Walid Cheddira, che sfrutta una respinta non proprio efficace di Wladimiro Falcone. Il Lecce torna con un nuovo piglio, ma è grazia ad un retropassaggio errato di Nadir Zortea ad ottenere l’occasione per pareggiare l’incontro: Krstovic si avventa sul passaggio verso il portiere, che l’abbatte in area di rigore. Le ansie e le paure giallorosse infestano la mente dell’attaccante montenegrino, che si fa ipnotizzare dal portiere avversario.

Per fortuna dell’attaccante giallorosso, l’arbitro sceglie di far ribattere il penalty perché in due del Frosinone erano all’interno dell’area di rigore al momento della battuta. Un poco tranquillo Krstovic torna sul dischetto e, grazie al supporto del palo, trova il pareggio per il Lecce. Il pareggio giallorosso ridesta il Frosinone, che comincia a collezionare occasioni da gol, ma senza portarsi in vantaggio: prima la traversa di Francesco Gelli, poi il gol annullato per fuorigioco a Marco Brescianini e per concludere la girata di Demba Seck. Nel finale arriva l’ultima vera occasione per i padroni di casa con la zuccata di Kaio Jorge, ma sul colpo di testa risponde presente Falcone. Un punto prezioso visto come è andata la partita, ma ora la lotta per la salvezza è più accesa che mai.

Foto: ANSA

News dal Network

Promo