Terapia ossigeno domiciliare. Mazzotta: “si applica oggi delibera del 2012, troppi disagi per l’utenza”

37 Visite

Nota del presidente del Gruppo consiliare di Forza Italia, Paride Mazzotta.

«Ci si ricorda di applicare una disposizione rimasta dormiente per circa 12 anni senza considerare le mutate esigenze del territorio: succede per le linee guida per la corretta prescrizione dell’ossigeno terapia domiciliare. Il risultato concreto? Che i pazienti di alcuni ospedali in cui fino al giorno prima si prescriveva la terapia, hanno dovuto recarsi in altre strutture sanitarie (di altri Comuni) per ricevere l’importante prescrizione. Ma facciamo un passo indietro. Nel 2012, con la delibera n. 682, la Giunta regionale approvava le linee guida in questione, indicando anche tutte le strutture sanitarie che potevano effettuare le prescrizioni di ossigeno. Dal 2012, però, come spesso accade in Puglia, tutto è rimasto solo su carta, fino ad oggi: all’ospedale di Copertino, per esempio, da un giorno all’altro i pazienti che ne hanno bisogno non possono più ricevere le prescrizioni e sono costretti a recarsi altrove. Eppure, nell’ospedale salentino ci sono medici specializzati in pneumologia che ben potrebbero assolvere al compito. Allora, posto che si tratta di un enorme disagio per l’utenza, chiedo all’assessore Palese di rimettere mano ad una normativa di troppi anni fa che, attuata oggi, incide negativamente sulla qualità del servizio offerto ai cittadini».

News dal Network

Promo