A Corigliano d’Otranto presentato alla comunità locale “Radici fuori Luogo”

42 Visite

E’ stato presentato alla comunità locale “Radici fuori Luogo”, progetto di rigenerazione agricola e sociale, selezionato dalla Fondazione con il Sud attraverso il bando “Terre Colte 2022”. All’evento che ha visto un’importante partecipazione dei cittadini, hanno portato il loro prezioso contributo Don Antonio Carbone, Presidente Associazione “Piccoli Passi Grandi Sogni APS”, Don Gianpaolo Roma, Ispettore “Ispettoria Salesiana Meridionale”, Francesco Cicione, Presidente e Fondatore Entopan.

A moderare l’incontro la Dottoressa Giovanna Coccioli, Coordinatrice Opera Salesiana Corigliano D’Otranto. Nato per valorizzare le terre abbandonate o incolte di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, “Radici fuori Luogo” è un progetto di social corporate innovation reso possibile grazie al lavoro sinergico di realtà del terzo settore e aziende profit del Meridione.

Entopan, promotore dell’Harmonic Innovation Group, Amarelli, che dal 1731 porta la liquirizia italiana nel mondo e Sandemetrio, opificio erboristico, metteranno a disposizione pro bono il know how e il network per contribuire alla realizzazione di un progetto a forte impatto sociale. Capofila del progetto l’Associazione di Promozione Sociale salesiana “Piccoli Passi Grandi Sogni” da sempre impegnata verso i ragazzi e i giovani delle fasce svantaggiate del mezzogiorno. Al suo fianco, i Salesiani di Don Bosco di Corigliano d’Otranto, la più antica opera salesiana in Puglia, che dalla sua fondazione (1901) ha aiutato e accolto con amorevolezza il disagio di migliaia di giovani e dal 1996 lo fa con i ragazzi dai 6 ai 18 anni all’interno della casa famiglia “Domenico Savio”, l’impresa sociale Inrete e l’APS 34° Fuso.

Tutte le realtà coinvolte, grazie al finanziamento di 399 mila euro erogati da Fondazione con il Sud, daranno vita ad una micro-filiera destinata alla produzione di caramelle, infusi e tisane, in grado di creare e promuovere percorsi di inclusione sociale e lavorativa per giovani fragili. La realizzazione della micro-filiera partirà dalla riqualificazione di una stalla del ‘900 che sarà trasformata in un vero e proprio opificio per la produzione di caramelle e infusi e dalla bonifica dei sette ettari di terreno di proprietà dell’Opera Salesiana di Corigliano D’Otranto. Questa prima strategica fase di avvio, sarà realizzata grazie al supporto dell’IISS E. Lanoce e di Sandemetrio, opificio di Specchia (LE), specializzato nella trasformazione di piante officinali.

Successivamente, si procederà con la piantumazione e parallelamente, tassello imprescindibile ai fini del progetto, prenderà avvio un percorso di formazione di ben 240 ore dedicate ad un intenso trasferimento di capacity ed empowerment. Entopan fornirà una guida di tipo strategico al progetto e lo accompagnerà in tutto il suo percorso di crescita, mettendo a disposizione la propria esperienza per contribuire allo sviluppo delle competenze manageriali e imprenditoriali necessarie per avviare una nuova attività, con un focus importante sul tema della strategia, della comunicazione e del marketing.

Amarelli condividerà il proprio plurisecolare “sapere” nella lavorazione, trasformazione e distribuzione della liquirizia. Inoltre, l’Azienda, all’avvio della produzione distribuirà, alcuni prodotti (capsule) attraverso i propri canali di vendita. Al cuore del progetto i giovani e il loro futuro. Per alcuni dei ragazzi della casa – famiglia “Domenico Savio” che, vicini alla maggiore età, sono pronti a lasciare la residenza, “Radici fuori Luogo” rappresenta l’opportunità per raggiungere una graduale autonomia e un’opportunità di realizzazione personale e professionale. Inoltre, ad alcuni studenti dello storico Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Egidio Lanoce”che hanno intrapreso l’indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria, sarà data la possibilità di mettere in pratica quanto appreso tra i banchi di scuola in un impegno che potrebbe trasformarsi in un vero e proprio lavoro. Dopo il diciottesimo mese di progetto è previsto l’avvio dell’impresa sociale, che avrà il compito di continuare e gestire tutte le attività riguardanti la produzione, la trasformazione e la vendita dei prodotti. Si prevede l’inserimento di almeno quattro dei dieci ragazzi coinvolti nelle attività di formazione e tirocinio. Per l’intera durata del progetto, l’animazione territoriale della comunità, spetterà alla stessa Opera Salesiana di Corigliano D’Otranto e all’APS 34° Fuso, in un’ottica di riappropriazione degli spazi. Don Antonio Carbone, Presidente dell’Associazione Piccoli Passi Grandi Sogni ha sottolineato:

«“Radici Fuori Luogo” ha una grandissima importanza per la nostra comunità e per il suo impatto trasformativo. Non rappresenta solamente un’iniziativa di rigenerazione agricola e sociale ma è un simbolo concreto di resilienza e speranza per i giovani meno fortunati. Attraverso la creazione della micro-filiera non solo stiamo contribuendo a dare un nuovo impulso all’economia locale, ma stiamo anche offrendo un percorso concreto verso la realizzazione del sogno di Don Bosco, sempre “Con i giovani e per i giovani”. Sono certo che questo progetto lascerà un’impronta indelebile nella nostra comunità, ispirando altre iniziative simili e dimostrando che con determinazione e impegno possiamo trasformare le sfide in opportunità di crescita e rinascita. Un sincero grazie a tutti i partner che renderanno possibile la realizzazione di questo sogno».

News dal Network

Promo