Puglia: Regione-Arti, Celero e Yakkyo si raccontano alle startup

54 Visite

Marketing digitale e trading internazionale a partire dalla Puglia verso nuovi mercati sia nazionali che esteri con due idee che negli anni si sono dimostrate brillanti: la consegna a domicilio (quando era ancora un semplice sogno) e un e-commerce da e per la Cina attraverso automazione e intelligenza artificiale.

E’ quello che i due imprenditori Francesco Pollice e Giovanni Conforti, founder e ceo rispettivamente di Celero e Yakkyo, hanno illustrato ad una platea di startupper e giovani imprenditori durante il seminario ‘Esperienze imprenditoriali a confronto: Celero e Yakkyo’ che si è svolto oggi nella sede della Regione Puglia di via Gentile. L’iniziativa di Regione Puglia e Arti – Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione rientra nel ciclo di seminari Future4Puglia.

«Appuntamenti di ispirazione al genio al fine di promuovere nuove idee per il benessere della comunità pugliese. Questo è lo scopo che ci permette di disegnare percorsi di sviluppo innovativo per le startup che possano concretamente rappresentare un fattore di mobilità e inclusione sociale soprattutto per quelle fasce di popolazione che tendenzialmente sarebbero escluse dal mercato del lavoro, come le donne e i giovani», ha affermato Alfonso Pisicchio commissario straordinario di Arti-Agenzia regionale per la tecnologia e l‘innovazione.

«Nostro compito – ha aggiunto Pisicchio – è quindi quello di promuovere nuove strategie politiche per assicurare un maggiore coinvolgimento di queste fasce nell’imprenditoria innovativa ed ispirare a nuove pratiche di accoglienza perché, se anche Il genio non è riproducibile. L’ispirazione, però, – scriveva David Foster Wallace scrittore e saggista statunitense – è contagiosa, e multiforme, e anche soltanto vedere, da vicino, la potenza e l’aggressività rese vulnerabili dalla bellezza significa sentirsi ispirati e (in un modo fugace, mortale) riconciliati».

«Spesso – ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo economico Alessandro Delli Noci ci capita di raccontare, in contesti nazionali e internazionali, di come il sistema delle startup pugliesi si basi su un modello di visioni future, ciò deriva in parte dal lavoro svolto dall’ecosistema dell’innovazione pugliese, in parte dalla capacità del territorio di essere attrattivo, anche attraverso gli strumenti economico-finanziari oggi a disposizione, e anche grazie al lavoro svolto da Arti di accompagnamento alle imprese: dalla nascita, al supporto alla crescita. Suggestioni come quelle presentate oggi, da ex startupper che hanno avuto successo, sono importanti e per questo ringrazio i ceo delle due aziende, Celero e Yakkyo».

«Vogliamo però – ha spiegato – fare un ulteriore salto di qualità, perchè è importante contare quante startup nascono ma anche quante restano sul mercato, e intervenire su questa differenza, facendo in modo che abbiano un supporto reale. Questi giorni stiamo firmando gli accordi per il fondo di private equity, che è un’opportunità con cui abbiamo attirato 4 fondi di investimento che apriranno delle call per la capitalizzazione e la crescita delle startup. Grazie a quest’esempio oggi si stanno avvicinando altri fondi d’investimento che ci consentiranno di rafforzare un percorso che stiamo costruendo tassello dopo tassello».

Nuove idee, tenacia, determinazione, studio del mercato, apertura verso le nuove tecnologie sono alcune delle caratteristiche emerse dal confronto tra Francesco Pollice e Giovanni Conforti moderati da Sabino Sernia, Onlex Studio Legale, avvocato esperto in diritto societario, M&A (fusioni e acquisizioni), proprietà intellettuale e startup, ‘avvocato dell’anno startup 2022’. La direttora del dipartimento Sviluppo Economico della Regione Puglia Gianna Elisa Berlingerio, intervenuta all’incontro, ha sottolineato l’importanza del dialogo e del confronto con le startup, che vanno nel solco della strategia regionale di attrazione e valorizzazione dei talenti #mareAsinistra.

News dal Network

Promo