Lecce: estetista abusiva sconosciuta a fisco percepiva anche reddito cittadinanza

58 Visite

A seguito di controlli disposti al fine di contrastare l’evasione fiscale e il lavoro nero, i finanzieri della Compagnia di Otranto, in provincia di Lecce, hanno individuato una estetista che esercitava abusivamente la sua attività lavorativa all’interno di un’abitazione privata. Un centro estetico ben organizzato ma in assenza di qualsiasi autorizzazione e sconosciuto al fisco. Oltre a sequestrare l’attrezzatura utilizzata per lo svolgimento dell’attività, hanno acquisito documentazione extra-contabile che ha permesso di quantificare in oltre 25.000 euro i ricavi non dichiarati e, quindi, sottratti alle tasse.

Inoltre l’estetista abusiva aveva percepito indebitamente il reddito di cittadinanza per un importo complessivo di circa 11.000 euro. Nel corso di controlli ulteriori svolti dalla Guardia di Finanza nell’ultimo mese sono stati individuati, nel comune di Melendugno, un cittadino italiano, che è risultato aver percepito in modo illecito il reddito di cittadinanza, e 4 lavoratori in nero impiegati nei settori della ristorazione, edilizia e meccanica. Due datori di lavoro sono stati segnalati all’Ispettorato Territoriale del Lavoro, con proposta di adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale; per i due percettori il reddito di cittadinanza sono state invece attivate le procedure per la revoca del beneficio, attraverso la segnalazione alla Direzione Provinciale Inps.

News dal Network

Promo