Comitato Europeo delle Regioni. Capone relatrice sul tema della transizione dei territori verso un’economia circolare

24 Visite

La presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone, rappresenterà a Bruxelles la voce delle città e regioni europee sul delicato tema della transizione dei territori verso un’economia circolare. Capone è stata nominata questa mattina relatrice sul tema durante la riunione della commissione ambiente del Comitato europeo delle Regioni (CdR), di cui è membro.

«Sono onorata di rappresentare le città e le regioni d’Europa sul tema dell’economia circolare. Per una giusta transizione ecologica è necessario che la politica europea coinvolga tutti i cittadini e le comunità dei vari territori – dice la Presidente Capone – Come politici dobbiamo accompagnare questo processo senza lasciare nessuno indietro. In questo contesto il passaggio da un’economia lineare ed estrattiva ad un’economia circolare e rigenerativa è un tassello fondamentale nel percorso verso la neutralità climatica. Le azioni di recupero, riciclo e riutilizzo devono diventare sempre più operative nella vita quotidiana.  Per questo serve una grande campagna europea, perché le nostre azioni provocano conseguenze sulla natura e le materie prime. L’economia circolare ci connette ad un uso più responsabile dei beni naturali, la cui scarsità determina in molti paesi povertà e fame. Affinchè ci sia una maggiore giustizia sociale è importante partire proprio da qui,  dall’uso che ciascuno di noi fa delle risorse naturali”.

“La Puglia da anni è impegnata a realizzare buone pratiche basate sui pilastri dell’economia circolare – spiega Capone – sono già operativi per esempio 8 impianti  per il riuso delle acque reflue depurate. La Regione è al primo posto in Italia per la produzione elettrica da fonti rinnovabili. E si colloca in ottava posizione in Italia per numero di imprese (circa 27.000) che negli ultimi cinque anni hanno investito in prodotti e tecnologie green, e poco sopra la media nazionale per la quota di incidenza sul totale regionale (31,5% rispetto a 31,2%). Attraverso il parere che presenterò porteremo l’esperienza pugliese in Europa per impegnare il Comitato europeo delle Regione ad incentivare attraverso le proprie iniziative una strategia green che permetta di modificare le percezioni e i comportamenti di individui e società per stimolare l’adozione diffusa di pratiche circolari da parte delle imprese e delle comunità».

Il parere di Capone verrà votato in commissione Ambiente del CdR l’11 aprile, e poi in Plenaria il 19-20 giugno

News dal Network

Promo