A Lecce proseguono le attività del progetto Stelo per favorire l’inclusione di donne e mamme in condizioni di fragilità sociale

13 Visite

 Favorire l’inclusione di donne e mamme (italiane, straniere, rifugiate, detenute) in condizioni di fragilità sociale: tra corsi di mindfulness, sportelli di orientamento e varie attività in carcere prosegue a Lecce il progetto “Stelo”, ideato dall’associazione di promozione sociale Fermenti Lattici, in collaborazione con Psy:i Psicologia Cognitiva Integrata e Magma, e finanziato nell’ambito del bando “Realizziamo il cambiamento con il Sud” con il sostegno di Fondazione Realizza il cambiamento, Fondazione Con il Sud e ActionAid International Italia E.T.S.

Ogni mercoledì (dalle 15:00 alle 17:30) nella sede di Sati Onlus in via Salesiani 15 continua il corso di Mindfulness a cura di Psy:I con le istruttrici professioniste Silvia Perrone e Tanya Mykhalchuk (info e prenotazioni ai numeri 3404722974 – 3291145952). La mindfulness è un’articolata pratica ormai largamente impiegata in numerosi ambiti che spaziano dalla cura del dolore cronico a quella dell’ansia, dalla depressione allo stress, una pratica fruibile da tutti, grandi e bambini, per allentare ansie e affrontare traumi. Una serie di incontri di gruppo basati per acquisire la pratica di meditazione di consapevolezza per la riduzione dei sintomi da stress e rinforzare le abilità di autoregolazione.

Ogni venerdì (dalle 9:00 alle 13:00) la biblioteca L’Acchiappalibri in viale Ugo Foscolo 31 (con possibilità anche di consulenza online) ospita lo Sportello di orientamento per donne straniere che in modo informale intende avvicinare le famiglie al sistema dei Servizi che il territorio propone e che vuole essere uno strumento di facilitazione e aggregazione di una comunità di donne che si conoscono e che si aiutano, si informano vicendevolmente e si sostengono.

La Casa Circondariale Borgo San Nicola di Lecce ospita, poi, incontri riservati alle donne detenute, in particolare madri, coinvolte in un gruppo di lettura nato da un laboratorio tematico sulla letteratura per l’infanzia con lo scopo di fornire nuovi strumenti per rafforzare la relazione genitoriali con i minori in visita e creare contenuti multimediali rivolti ai loro bambini e bambine.

Fermenti Lattici è un’associazione di promozione sociale, attiva dal 2009, che si occupa di cultura per l’infanzia e ha l’obiettivo di includere i minori nei processi di trasformazione sociale, culturale e urbana del territorio in cui vivono, come persone attive e partecipi della comunità. Nel corso degli anni Fermenti Lattici ha attivato spazi co-progettati insieme alle famiglie: piccole biblioteche nelle scuole e in centri culturali e una biblioteca in carcere per i bambini in visita ai genitori detenuti. L’associazione intende sollecitare una riflessione sulle tematiche di bene comune, accoglienza, sostenibilità ambientale, diversità, inclusione sociale e cittadinanza attiva. A questo scopo promuove e facilita l’incontro con il mondo degli adulti fornendo gli strumenti per leggere e interpretare la complessità che li circonda attraverso la forma laboratoriale, con percorsi multidisciplinari che spaziano tra musica, letteratura, teatro, architettura, scienze, filosofia, arti visive, urbanistica. Particolare attenzione è riservata a progetti di promozione della lettura e della pre-lettura per bambini e ragazzi.

News dal Network

Promo