Surbo: incendia auto per dissidi con vicini e dà l’allarme a carabinieri, arrestato 31enne

16 Visite

Ha chiamato i carabinieri per un incendio di una automobile ma alla fine si è scoperto che era lui l’autore del rogo, probabilmente a causa di dissidi con i vicini. E’ accaduto a Surbo, in provincia di Lecce. I carabinieri della Stazione dell’Arma, in collaborazione con i colleghi di San Cesario di Lecce, hanno arrestato in flagranza di reato un uomo di 31 anni. Il fatto è avvenuto ieri notte.

Tutto è cominciato quando i carabinieri sono stati allertati per l’incendio di un’auto parcheggiata in una via del comune di Surbo. A seguito dell’esame dei filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona, i carabinieri sono riusciti ad individuare l’uomo come presunto responsabile dell’azione dolosa.

Nel corso della successiva perquisizione, eseguita dai carabinieri nell’abitazione del 31enne, è stata trovata una bottiglia con materiale infiammabile all’interno e due accendini. Vistosi scoperto, l’uomo ha ammesso la propria responsabilità. Secondo i carabinieri presumeva di farla franca e di eludere le indagini per il fatto che era stato lui stesso a dare l’allarme. Il gesto è da ricondurre probabilmente ad alcuni diverbi e dissidi con i vicini di casa per il parcheggio dell’auto. Su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica di Lecce, è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

News dal Network

Promo