Calcio Lecce, D’Aversa chiede più concretezza: «I dettagli fanno la differenza. Spesso siamo poco concentrati»

39 Visite

Meno puliti e più incisivi, un messaggio chiaro e conciso quello che trapela dalla conferenza stampa di Roberto D’Aversa. L’anticipo casalingo contro la Fiorentina deve essere un segnale di svolta per la squadra giallorossa, che vive un momento poco felice della sua stagione. Queste le parole del tecnico del team pugliese (riportate da TMW): 

«Come ben sapete ho fiducia in Blin, sia a centrocampo sia in difesa. Per caratteristiche può sostituire Ramadani. La Fiorentina gioca uomo su uomo in difesa, in attacco può mettere in difficoltà a causa della qualità dei singoli. Dobbiamo mantenere intensità nei 95 minuti. Può essere la squadra giovane. È successo diverse volte, noi dobbiamo migliorare questo aspetto. I punti iniziano a pesare, quindi meno deve essere il margine di errore. Dopo la prestazione di Genova c’è rammarico. Dobbiamo migliorare l’aspetto della concentrazione, eliminando alcuni errori. Se vogliamo migliorare dobbiamo far sì che le prestazioni portino a casa un risultato. Vorrei meno spettacolo e più punti. Stiamo ricevendo complimenti per le prestazioni, ma dobbiamo fare punti. Le motivazioni in Serie A devono venir da sole. A Genova è successo in pochi minuti, a Roma in 4… non è un problema fisico. Ci sono dati scientifici calcolati con GPS e dicono che i ragazzi sono in linea. Un fallo inutile può cambiare la partita, un fallo laterale… a volte anche nella comunicazione si può migliorare. Burnete è un giocatore che fa parte della Prima Squadra e di solito va in Primavera per giocare. È squalificato e torna tra i convocati per darci una mano. Sappiamo quanto sia importante il gol per gli attaccanti, ma è ancor più importante la prestazione. Da diverse settimane Krstovic gioca bene, deve continuare così. Se continua con questa media può raggiungere la doppia cifra, ma può farcela anche Piccoli. Non l’unico, ce ne sono 2-3. Porto rispetto ai ragazzi: devo ancora scegliere. Valuto fino all’ultimo momento. Per fortuna ci sono i 5 cambi. Dispiace per chi non può dare il suo contributo, ma soprattutto chi gioca meno è importante».



Foto: ANSA

News dal Network

Promo