Calcio Lecce, disfatta totale: un buon primo tempo viene cancellato dai numerosi errori individuali nella ripresa

63 Visite

Si dice che chi ben comincia è a metà dell’opera, concetto complicato se l’impresa in questione viene rovinata da delle disattenzioni fatali. La partita del Lecce può essere raccontata attraverso il conetto di questo vecchio proverbio, che dà l’idea di quanto rammarico ci debba essere. Sì, perché l’avversario era più prestigioso che mai e per quasi un’ora i giallorossi hanno disputato la solita encomiabile partita, senza mai lasciare nulla al caso. Nella prima parte di gara, escluso un colpo di testa di Weston McKennie salvato sulla linea da Nikola Krstovic, le due squadre si sono affrontate a viso aperto e alla pari. La ripresa è stata completamente diversa dalla prima parte di gara. L’inizio aggressivo dei bianconeri ha mandato fuori giri l’attenzione messa in campo dal Lecce, che al 60′ subisce la prima rete di Dusan Vlahovic, lasciato troppo libero di calciare in area di rigore.

Stesso discorso vale per il raddoppio firmato dal serbo: McKennie, che di fatto aveva praticamente segnato, viene lasciato completamente solo nel colpire di testa. Il terzo gol, ancora subito con un colpo di testa, sancisce la disfatta del Lecce: questa volta è Bremer ad anticipare nettamente il subentrato Alexis Blin. Resta il rammarico per una partita gestita bene, ma che è precipitata nella ripresa.

Foto: ANSA

News dal Network

Promo