Migrante morto nelle campagne di Nardò, chiesta condanna di 13 a intermediario sudanese

32 Visite

Ammonta a tredici anni e mezzo di reclusione la richiesta di condanna nei confronti di un 42enne sudanese, nel’ambito del processo per la morte dell’uomo di 47 anni deceduto nel luglio del 2015 mentre raccoglieva pomodori in un campo alla periferia di Nardò.

Stando a quanto si apprende, l’imputato era l’intermediario che reclutava migranti da sfruttare nelle campagne del Salento. La richiesta di condanna è stata avanzata dal sostituto procuratore, con l’accusa di omicidio colposo in continuazione con la riduzione in schiavitù.

News dal Network

Promo