Calcio Lecce, D’Aversa vuole una squadra cattiva: «Determinazione e agonismo per limitare la loro qualità»

50 Visite

Una partita assai complicata, ma come tutte alla portata del Lecce. Roberto D’Aversa non ha dubbi che la sua squadra possa fare bene anche con un avversario in salute come la Juventus e per questo motivo chiede rabbia e agonismo per affrontare al meglio le qualità dei bianconeri. Queste le dichiarazioni riportate dal tecnico giallorosso e riportate da TMW: 

«La si cerca di affrontare come nel girone di andata, quando perdemmo a causa di una palla inattiva. Concedemmo poco, sebbene loro siano molto forti e lotteranno fino alla fine per vincere lo scudetto. Serviranno coraggio ed intensità; hanno una qualità superiore, ma con intensità e determinazione possiamo metterli in difficoltà. Pierotti si è presentato abbastanza bene. Veniva da un paio di settimane di allenamenti. È strutturato, ha gamba, ha ricoperto perlopiù il ruolo di esterno destro. Può giocare su entrambe le fasce. Noi dobbiamo fare una grandissima prestazione. La Juve sa fare molto bene la fase difensiva, con giocatori fisici ed esperti. Il giudizio sulla bellezza di una partita lo influenza il risultato finale. Quello è ciò che conta. A fine gara non dobbiamo recriminare nulla, quindi bisogna dare il 110%. Nella vita nulla è impossibile. Con l’aiuto del nostro pubblico possiamo portare a casa un risultato positivo. Sin dalla prima di campionato ce la siamo giocata a viso aperto con tutti. Quando si affrontano le grandi squadre è normale ci sia una carica particolare, ogni giocatore ambisce a giocare partite simili. Devo ragionare sulla prestazione e nelle ultime due l’ha fatta. A volte il gol non dipende solo da lui, il cross a Roma era forte. Krstovic deve continuare a crescere come sta facendo. Se lui va in campo alla ricerca della prestazione, il gol arriverà. Sansone ha fatto mercoledì il primo allenamento dopo 20 giorni di assenza, ragioneremo sul minutaggio. Non siamo in emergenza numerica. Oudin da quando lo utilizzo esterno sta facendo ottime cose. Ha qualità a prescindere se gioca a destra o a sinistra, è importante per le palle inattive. Lo sto valutando esterno in questo momento e in fascia sta avendo un ottimo rendimento, non vedo per quale motivo spostarlo a centrocampo. Le sue prestazioni da esterno sono ottime. Gallo ha potenzialità enormi, deve essere più presente nella partita. Finché è sul pezzo, è un ottimo giocatore. Ha giovato la competizione con Dorgu. Il dispiacere è che a destra Venuti avrei voluto dare più minutaggio, ma Gendrey sta facendo grandi prestazioni. Sicuramente siamo coperti su entrambe le fasce».


Foto: ANSA

News dal Network

Promo