Focara, ultimi preparativi a Novoli

47 Visite

Più decentrata per motivi di sicurezza su due piani con al centro una maestosa galleria costruita con 14 pali di legno e una tettoia a prova di ogni carico. Sono le ultime ore che separano la Focara della sua ultimazione. Le operazioni in piazza avvengono sotto lo sguardo della gente. Che da giorni assiste all’edificazione delle norme, Pira di legna che da 300 anni viene realizzata a Novoli come segno di devozione verso il Santo patrono Sant’Antonio Abate .

Sulla scala in piedi per ora a passarsi di mano in mano le fascine di tralci di vite provenienti dalla rimonta dei vigneti del Negroamaro ci sono i volontari del comitato festa Sant’Antonio Abate e i maestri costruttori a cui è affidato il rito della costruzione del più grande monumento contadino simbolo del fuoco buono dell’intero Mediterraneo che dalla Puglia arde per la pace.

Tony Villani (presidente Comitato Feste Sant’Antonio Abate) «è la situazione, secondo me più emozionante di di tutta, di tutta la festa, quello che il Santo possa passare sotto la galleria è una un’emozione unica»,

Una edizione che segna il ritorno ad una delle peculiarità storiche della Focara, la galleria interna dove, come ci confida il presidente del Comitato festa Tony Villani, si vorrebbe far passare il simulacro del Santo all’arrivo della processione in Piazza.

A fare da cornice all’accensione l’esibizione musicale di 8 pianisti su altrettanti pianoforti con l’accensione scandita dal consueto spettacolo piro musicale dei fuochi d’artificio, affidati alla maestria della ditta Padovano di potenza. (fonte e foto Norbaonline)

News dal Network

Promo