Si reca in Tribunale a Lecce e viene arrestato

41 Visite

Si presenta presso il Tribunale di Lecce accompagnato dalla sorella, ma viene arrestato dai Carabinieri della sezione di Polizia Giudiziaria. È questo l’epilogo nella vicenda che ha visto interessato un 37enne di origine albanese ma residente nel capoluogo salentino.

Nel corso della scorsa mattinata, l’uomo si era presentato presso la Cancelleria Penale per verificare la propria situazione giuridica circa trascorsi penali. Era però ignaro del fatto che sul proprio conto, pendeva un ordine di carcerazione poiché condannato in quanto ritenuto responsabile del reato di evasione, emesso proprio dalla stessa Procura della Repubblica.

Acquisita la notizia l’uomo si dileguava facendo perdere le proprie tracce. Tempestiva la reazione degli uomini dell’Arma che, allertati dal personale preposto e coadiuvati dai colleghi del Nucleo Radiomobile di Lecce, hanno immediatamente avviato le ricerche. Nell’immediatezza, quindi, i Carabinieri della Sezione di P.G. hanno attivato un servizio di osservazione, controllo e pedinamento della sorella che li ha condotti proprio presso il luogo dove lo stesso si era recato per nascondersi, nel pieno centro della nostra città.

Individuato, l’uomo è stato immediatamente bloccato dai militari e arrestato mentre tentava ancora di sfuggire alle ricerche nascondendosi sul terrazzo dell’edificio. Al termine delle operazioni di Polizia, su disposizione del P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce che conduce le indagini, l’uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale di Lecce. Si evidenzia che, essendo il procedimento penale ancora nella fase delle indagini preliminari, la persona tratta in arresto, sebbene in flagranza di reato, è da ritenersi sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.  

News dal Network

Promo