Lecce: stalking a ex fidanzata, divieto avvicinamento, applicata nuova legge

45 Visite

Per la prima volta nel Salento

I carabinieri della Stazione di San Pietro in Lama, in provincia di Lecce, al termine di rapide indagini di polizia giudiziaria coordinate dal pool antiviolenza della Procura della Repubblica di Lecce, hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura coercitiva del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, con contestuale applicazione del braccialetto elettronico, nei confronti di un uomo di 30 anni, originario del brindisino, in quanto presunto autore di atti persecutori nei confronti dell’ex fidanzata. La misura, prima applicazione nel leccese della legge 168 del 2023 con disposizioni di contrasto alla violenza sulle donne e della violenza domestica, è stata emessa dal gip del tribunale del capoluogo salentino.

L’uomo, non accettando la fine della relazione, avrebbe ripetutamente molestato e minacciato la donna per mesi attraverso telefonate, sms, messaggi social e anche un’applicazione di messaggistica in forma anonima, controllandone verosimilmente la posizione attraverso la geo-localizzazione del telefono con l’intento di vietare eventuali relazioni con altri uomini. La donna si è quindi rivolta ai carabinieri della Stazione denunciando i fatti. In pochi giorni, i militari e la Procura della Repubblica di Lecce hanno ricostruito dettagliatamente tutte le eventuali condotte vessatorie dell’ex fidanzato, cercando di accertare gli indizi a suo carico. che hanno determinato rapidamente l’emissione del provvedimento cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa, emesso dal gip del Tribunale di Lecce.

Il provvedimento prescrive, anche , di non potersi avvicinare a una distanza inferiore ai 500 metri alla persona offesa. Tale misura è stata introdotta dall’ultima legge in tema di contrasto alla violenza sulle donne e alla violenza domestica, quella del 24 novembre 2023, numero 168 che ha previsto la dotazione del telefono di emergenza per la presunta vittima, collegato con la centrale operativa della forza di Polizia che procede, mentre l’installazione del cosiddetto braccialetto elettronico era già prevista dalla precedente normativa. L’attività dei Carabinieri di San Pietro in Lama è la prima applicazione, nella Provincia di Lecce, della nuova normativa.

News dal Network

Promo