Puglia, Bankitalia: “in primi 9 mesi crescita economica contenuta, pil a +1,2%”

[epvc_views]

Nei primi nove mesi del 2023 l’economia pugliese è cresciuta “con un’intensità contenuta”. E’ quanto emerge dalla pubblicazione, prodotta dalla sede di Bari della Banca d’Italia, sull’aggiornamento congiunturale ‘L’economia della Puglia’, presentato oggi nella sede del capoluogo regionale Secondo quanto stimato dall’indicatore trimestrale delle economie regionali (Iter) della Banca d’Italia, nel primo semestre del 2023, il prodotto interno lordo è aumentato dell’1,2 per cento rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno, in linea con la media dell’Italia e del Mezzogiorno e in rallentamento rispetto alla media del 2022 (3,3 per cento).

«La crescita è stata più vivace nel primo trimestre e ha decelerato nel secondo; le informazioni disponibili indicano un ulteriore peggioramento della fase ciclica nel terzo trimestre”, spiega Bankitalia. Nella prima parte del 2023 l’andamento dell’attività del settore industriale ha continuato a risultare debole, risentendo anche del peggioramento dell’economia globale. «La dinamica – sottolinea la relazione – ha beneficiato solo in parte dell’affievolirsi delle problematiche connesse con l’approvvigionamento degli input produttivi e del calo dei prezzi dei beni energetici».

Anche l’accumulazione di capitale, nonostante la spinta degli incentivi previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), è rimasta nel complesso poco vivace, per effetto soprattutto dell’incertezza della congiuntura e del maggior costo del credito. Nelle costruzioni l’attività, che era aumentata in misura molto intensa nel 2022, ha subito un marcato rallentamento ascrivibile al segmento residenziale, sul quale incidono il minor ricorso al Superbonus e il calo delle transazioni immobiliari; l’edilizia pubblica ha continuato a essere sostenuta dagli interventi finanziati dal Pnrr. Gli indicatori disponibili restituiscono un quadro di moderata crescita nei servizi: pur in presenza, nel comparto commerciale, di un forte rallentamento dei consumi delle famiglie, il settore ha tratto sostegno dall’espansione dei flussi turistici.
“Le attese sulla redditività delle imprese relative al 2023 rimangono moderatamente favorevoli, nonostante il peggioramento dello scenario congiunturale”, evidenzia ancora Banca d’Italia. “In presenza di abbondanti disponibilità liquide, l’andamento dei prestiti erogati al settore produttivo è risultato negativo lo scorso agosto su base annua, risentendo dell’indebolimento della fase ciclica, del rialzo dei tassi di interesse e di condizioni di accesso al credito più restrittive”. La crescita contenuta dell’attività economica si è associata a un andamento dell’occupazione che nel primo semestre dell’anno in corso è rimasto espansivo.

La dinamica ha determinato un minore ricorso agli ammortizzatori sociali e al Reddito di cittadinanza, la cui fruizione si è ridotta anche per le recenti modifiche normative. La spesa familiare ha continuato a crescere, ma l’andamento del potere di acquisto è stato frenato dall’inflazione, che è risultata sostanzialmente in linea con la media nazionale. Nel primo semestre del 2023 l’indebitamento delle famiglie è aumentato in misura più contenuta rispetto allo scorso anno, principalmente per effetto del calo delle nuove erogazioni di mutui, che si è associato alla flessione delle compravendite di abitazioni; l’espansione del credito al consumo è rimasta sostenuta.

Nel complesso il credito bancario alla clientela residente in Puglia ha progressivamente rallentato, sino a far registrare, nei dodici mesi terminanti ad agosto, una sostanziale stagnazione. La qualità del credito nei primi sei mesi di quest’anno è rimasta pressoché invariata rispetto alla fine dello scorso anno, su livelli elevati. La dinamica dei depositi ha interrotto la crescita che aveva caratterizzato lo scorso biennio ed è divenuta negativa, risentendo soprattutto della ricomposizione a favore di altre attività finanziarie che garantiscono rendimenti più elevati.

News dal Network

Promo