Aerospazio: Po.Ema sigla nuovo contratto con Invitalia

95 Visite

Circa 60 milioni di investimenti, 24 dei quali a fondo perduto, localizzati in Campania e Puglia: è la dotazione del nuovo contratto di sviluppo firmato dalla rete di imprese PoEma e Invitalia finalizzato alla creazione di un centro di eccellenza nell’ambito della tecnologia della microfusione e allo sviluppo di soluzioni innovative per l’intera filiera manifatturiera.

Undici i partner del Contratto che rafforza in particolare la filiera irpina delle microfusioni spaziali, guidata dalla Ema di Morra de Sanctis, società del gruppo Rolls Royce, prima impresa firmataria. La rete PoEma nasce nel 2014 con la partecipazione di 14 aziende associate per la condivisione del piano industriale della capofila Ema.

Stando a quanto si apprende, obiettivo della partecipata britannica consiste nel migliorare l’area delle forniture strategiche e ridurre i costi operativi, ma anche di assecondare le esigenze di aziende manifatturiere in termini di specializzazioni produttive e know how. L’aspetto principale del nuovo contratto di sviluppo è “la intensificazione delle collaborazioni tra la capofila Ema e i partner retisti che, aderendo alla nuova iniziativa, si adoperano per accrescere la capacità produttiva e per ottimizzare il progetto originario di mutua cooperazione produttiva teso a ridurre drasticamente i costi operativi mettendo in comune competenze tecniche e servizi”.
(fonte: ansa)

News dal Network

Promo