Secondo Avviso anno 2023 per l’erogazione di contributi alle associazioni turistiche Pro Loco – Turismo

84 Visite

Con Determinazione del Dirigente della Sezione Turismo e Internazionalizzazione n. 241/2023, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 90 del 5 ottobre 2023, è stato approvato il secondo Avviso anno 2023 per l’erogazione di contributi alle associazioni turistiche pro loco.

L’Avviso, in attuazione delle Linee guida approvate con Deliberazione di Giunta Regionale n. 1067 del 9 luglio 2020, definisce una serie articolata di disposizioni operative e fornisce i criteri generali e le disposizioni procedurali per la concessione del contributo, ai sensi dell’art. 12 della Legge regionale 11 giugno 2018 n. 25, nell’ambito dello stanziamento finanziario pari ad euro 100.000,00.

Possono presentare proposte progettuali esclusivamente le pro loco aventi sede nel territorio regionale, iscritte, alla data di presentazione della domanda, all’albo regionale di cui all’art. 3 della Legge regionale n. 25/2018.

La domanda può essere presentata da singole pro loco o da più pro loco in forma associata. Le pro loco, per poter presentare domanda in forma associata, dovranno aggregarsi mediante scrittura privata che contenga:

l’elenco delle pro loco partecipanti all’aggregazione, in numero non inferiore a 3, con l’indicazione, per ognuna, dell’avvenuta iscrizione all’albo regionale di cui all’art. 3 della Legge regionale n. 25/2018. Nel caso in cui anche una sola pro loco facente parte dell’aggregazione non risulti iscritta all’albo regionale di cui all’art. 3 della L.R. 25/2018, la domanda di contributo è inammissibile;

l’individuazione di una pro loco capofila che presenterà la proposta progettuale per conto dell’aggregazione e che sarà l’unica referente per la tenuta dei rapporti con la Regione ed il soggetto a cui la Regione liquiderà il finanziamento concesso.

Ogni pro loco potrà fare parte di una sola aggregazione e potrà presentare una sola proposta progettuale.

Le proposte progettuali dovranno riguardare la realizzazione di una o più delle seguenti attività, in grado di generare flussi turistici a livello locale, nonché di provenienza nazionale o estera, nel rispetto delle normative vigenti per l’esercizio delle attività e professioni turistiche:

attività di valorizzazione del patrimonio storico, culturale, naturalistico, ambientale, artistico ed enogastronomico, quali visite guidate, escursioni, esperienze locali di carattere enogastronomico (es. degustazioni, laboratori), attività ricreative, videoproiezioni, installazioni creative, performance artistiche, ecc.;

attività di promozione del territorio di riferimento e dei suoi prodotti tipici dell’artigianato ed enogastronomia;

organizzazione, anche in collaborazione con enti pubblici e/o privati, di iniziative quali servizi di accoglienza, assistenza ed informazione turistica.

Gli interventi finanziabili a valere sull’Avviso dovranno essere avviati dopo l’approvazione, con determinazione dirigenziale, della proposta progettuale e svolgersi nell’arco temporale 1 dicembre 2023 – 15 gennaio 2024.

Il limite massimo di contributo concedibile per ciascuna proposta progettuale è così fissato:

euro 10.000,00 per i progetti presentati dalle aggregazioni di pro loco, come indicato all’art. 3 del bando; euro 2.500,00 per i progetti presentati dalle singole pro loco operanti in comuni o località con popolazione residente inferiore o pari a 15.000 abitanti; euro 5.000,00 per i progetti presentati dalle singole pro loco operanti in comuni o località con popolazione residente superiore a 15.000 abitanti o con flussi turistici rilevati dalle statistiche ufficiali e riferiti all’anno 2022 superiori a 100.000 presenze annue.

La percentuale di contributo è fissata con il limite massimo dell’80% della spesa complessivamente ammessa, sostenuta e rendicontata. La restante parte dovrà essere coperta finanziariamente da altre fonti pubbliche o private.

Il contributo sarà erogato in un’unica quota, a seguito della rendicontazione delle spese sostenute per le attività progettuali previste.

A seguito di specifica richiesta, utilizzando il modello riportato nell’allegato 2 dell’avviso, le associazioni pro loco il cui progetto sia stato approvato e ammesso a finanziamento possono richiedere l’anticipazione di un importo massimo pari all’80% del contributo concesso, previa stipula di idonea polizza fideiussoria a prima richiesta, a garanzia della realizzazione delle attività progettuali.

Le proposte progettuali vanno inviate da ciascun soggetto richiedente alla Sezione Turismo e Internazionalizzazione, esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo prolocopuglia@pec.rupar.puglia.it, indicando nell’oggetto della PEC “Secondo Avviso anno 2023 per la erogazione di contributi alle associazioni turistiche pro loco”, utilizzando la modulistica allegata all’avviso, disponibile nel sito internet istituzionale della Regione Puglia sulla pagina secondo Avviso anno 2023 per la erogazione di contributi alle associazioni turistiche pro loco.

Le proposte possono essere presentate entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia (BURP), avvenuta in data 5 ottobre 2023, sino ad esaurimento risorse.

La Commissione, nominata con Atto Dirigenziale, procede alla valutazione delle domande presentate e ammissibili, in base all’ordine cronologico di presentazione, determinato dall’attestazione di accettazione della PEC di trasmissione dell’istanza all’indirizzo PEC indicato.

Il Responsabile del Procedimento è il dott. Antonio Longo, funzionario della Sezione Turismo e Internazionalizzazione della Regione Puglia, a.longo@regione.puglia.it.

Per ulteriori informazioni o chiarimenti sulla procedura, i soggetti interessati posso inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica certificata prolocopuglia@pec.rupar.puglia.it, specificando in oggetto “Chiarimenti secondo Avviso anno 2023 per la erogazione di contributi alle pro loco”.

News dal Network

Promo