Scenari accessibili a Lecce per parlare di teatro disabilità e accessibilità

[epvc_views]

Venerdì 6 ottobre il Laboratorio comunale per l”accessibilità e il Complesso degli Agostiniani in viale Michele De Pietro a Lecce ospitano “Scenari accessibili”, una giornata di studio e confronto sui temi dell’accessibilità delle artiste e degli artisti nelle produzioni e del pubblico alle creazioni.

Si parte dalle 9 alle 17 nel Laboratorio per l”Accessibilità del Comune di Lecce con una prima ricognizione sul bando promosso e finanziato dal Ministero della Cultura, per progetti di di teatro, danza, musica e circo volti a favorire l’accessibilità alle attività dello spettacolo dal vivo da parte di artiste ed artisti con disabilità. Al tavolo di lavoro, introdotto dall”assessora al welfare del Comune di Lecce Silvia Miglietta, moderato da Cira Santoro (Direttrice La Città del Teatro di Cascina) al quale parteciperanno i rappresentanti dei progetti vincitori provenienti da tutta Italia, interverrà anche Donatella Ferrante (direzione Generale Spettolo MIC).

Dalle 17:30 nel Complesso degli Agostiniani, dopo i saluti di Fabiana Cicirillo (assessora alla cultura del Comune di Lecce) il pomeriggio proseguirà con la presentazione del libro “Lost in translation. Le disabilità in scena” della studiosa e curatrice nel campo delle arti performative Flavia Dalida D’Amico (Bulzoni). Il volume ricostruisce le storie che nascono dall’incontro tra le disabilità e lo spettacolo dal vivo dalla fine dell’Ottocento a oggi. Un vasto intervallo cronologico in cui, a ben guardare, artisti e artiste con disabilità puntellano solo qualche breve momento, almeno fino ad oggi. Un confronto diretto con le soggettività raccontate tramite un corpus di interviste in chiusura del libro, non tanto per il timore di disturbare terminologie o arrestarsi di fronte al non conosciuto, quanto piuttosto per la necessità di ascolto, alleanza, complessità.

In chiusura sarà proiettato il “making of” dello spettacolo “(H)amleto” ispirato ad Amleto di William Shakespeare, un progetto speciale di Factory compagnia transadriatica a cura di Tonio De Nitto e Fabio Tinella. Un “dietro le quinte” che attraversa luoghi, persone e sogni, un insieme di dettagli delicati, ironici ed emozionanti che Eliana Manca cattura con il suo sguardo, restituendo uno spettacolo dentro lo spettacolo. (H)amleto – tra i progetti vincitori del bando del Ministero della cultura sull”accessibilità – è il punto di arrivo della ricerca di Factory su teatro e disabilità, un’indagine sul corpo non conforme attraverso lo sguardo e le parole non conformi che accompagnano la discesa nell’abisso shakespeariano.

La giornata è organizzata da Factory Compagnia Transadriatica con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Puglia, Comune di Lecce, Garante della Disabilità, CROSS the GAP Interreg V-A Greece-Italy e in collaborazione con AMA – Accademia Mediterranea dell”Attore e Biblioteca OgniBene di Lecce. Info 3887618961.

News dal Network

Promo