Tito Schipa Music Factory e l’Orchestra regionale dei Conservatori di Musica di Puglia a Lecce

[epvc_views]

Martedì 12 settembre (ore 21 – ingresso libero) nella Villa Comunale di Lecce con Quel vermiglio donnesco fior prosegue Tito Schipa Music Factory, rassegna ideata, curata e organizzata dalla consulta delle studentesse e degli studenti del Conservatorio di Musica Tito Schipa di Lecce. Un concerto-opera con regia, in chiave moderna, di Marika Urbano che porterà in scena i tratti salienti della trilogia italiana nata dal connubio tra Wolfgang Amadeus Mozart e Lorenzo Da Ponte (Nozze di Figaro, Don Giovanni, Così fan tutte) ponendo l’accento sulle più importanti figure femminili dell’universo mozartiano, per vocalità e psicologia del personaggio. L’intervento della voce narrante guiderà all’ascolto creando di un fil rouge narrativo appositamente pensato per la serata. I musicisti coinvolti sono Maria Grazia Carrozzo (voce), Federica Cesano (pianoforte), Vincenza Greco (voce), Monica Huang (voce), Chiara Invidia (voce recitante), Kei Ishisaki (voce), Tommaso Reho (pianoforte), Serena Vantaggiato (pianoforte).


Mercoledì 4 ottobre (ore 21 – ingresso libero) nell’Auditorium del Conservatorio, inoltre, sarà recuperato il concerto Stella mediterranea (rinviato il 5 settembre). Alessandro Chiga (dohola), Samuel Mele (oud), Fabrizio Morrone (contrabbasso), Riccardo Notarpietro (pianoforte) e Morris Pellizzari (saz) proporranno un’esperienza pensata come un viaggio nel tempo e nello spazio, tra le musiche tradizionali del bacino del Mediterraneo. Il “Tito Schipa Music Factory” rientra, insieme ai quattro appuntamenti della rassegna “I concerti del Conservatorio”, ospitati tra giugno e luglio dal Chiostro dei Teatini, nella lunga stagione estiva “Un mare di musica” organizzata dal Tito Schipa, con il sostegno dell’assessorato all’Università della Regione Puglia (Legge Regionale 29 dicembre 2017 – “Norme in favore dell’Alta formazione artistica e musicale”) e con la fondamentale e preziosa collaborazione del Comune di Lecce (assessorati alla Cultura e allo Spettacolo), nel cartellone di LecceInScena.

Dopo il grande successo dell’anno scorso, inoltre, mercoledì 13 settembre (ore 21 – ingresso libero fino a esaurimento posti – info 0832344267) al Teatro Politeama Greco di Lecce torna sul palco l’Orchestra regionale dei Conservatori di Musica di Puglia. Diretta dal Maestro Nicola H. Samale, la formazione composta da 65 studenti e studentesse degli Istituti dell’Alta Formazione Musicale della Puglia, con una età media di 20 anni, proporrà un affettuoso e doveroso omaggio al grande Nino Rota (1911-1979), compositore italiano celebre per la sua lunga e fertile carriera da compositore per il teatro e la sala da concerto e per le sue colonne sonore con le quali ha conquistato Premio Oscar, Golden Globe, Grammy Award, David di Donatello e ben cinque Nastri d’argento. Nel corso della sua lunga carriera Rota ha collaborato con numerosi registi di fama internazionale come Luchino Visconti, King Vidor, Eduardo De Filippo, Mario Monicelli, René Clément, Franco Zeffirelli. Indimenticabili i suoi sodalizi con Federico Fellini (La strada, 8½, La dolce vita, I vitelloni e Amarcord) e Francis Ford Coppola (Il padrino e Il padrino – Parte II). Direttore per 27 anni del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, il Maestro fu molto legato al capoluogo pugliese al punto tale da desiderare di dotarla dell’Auditorium che porta il suo nome. Ma Nino Rota ebbe intensi rapporti didattici e artistici su tutto il territorio: all’inizio della sua carriera insegnò nell’allora Liceo Musicale “Giovanni Paisiello” (ora Conservatorio di Taranto) e successivamente, fondò il Conservatorio di Monopoli, oggi a lui intitolato. Di Nino Rota saranno eseguiti il Concerto per archi, scritto nel 1964-65 per i Musici di Roma e articolato classicamente in quattro movimenti (Preludio: Allegro ben moderato, Scherzo: Allegro comodo, Aria: Allegretto quasi adagio, Finale: Allegrissimo), la suite dal balletto “La Strada”, tratto dall’omonimo film del 1954 di Federico Fellini, e la sinfonia Sopra una canzone d’amore, che viene eseguita per la prima volta il 17 giugno 1972 all’Auditorium del Foro Italico in Roma, in parte inserita nel film “Il Gattopardo” di Luchino Visconti. L’iniziativa è nata nell’estate 2022 da un’idea e con il supporto dell’assessorato all’Università della Regione Puglia, con la collaborazione dei cinque Conservatori pugliesi (Umberto Giordano di Foggia, Niccolò Piccinni di Bari, Nino Rota di Monopoli, Giovanni Paisiello di Taranto e Tito Schipa di Lecce).

Il concerto del Teatro Politeama Greco a Lecce concluderà il piccolo tour che toccherà l’Auditorium Nino Rota del Conservatorio di Bari (sabato 9 settembre – ore 18), l’Anfiteatro Romano di Lucera (domenica 10 settembre – ore 21), il Teatro Radar di Monopoli (lunedì 11 settembre – ore 21) e Villa Peripato a Taranto (martedì 12 settembre – ore 21). Le serate saranno introdotte dal Maestro Nicola Scardicchio, musicologo e già docente di Storia della Musica del Conservatorio di Bari.

«Accolgo con grande entusiasmo l’avvio della nuova stagione musicale dell’Orchestra regionale dei Conservatori pugliesi, un progetto d’avanguardia di cui siamo particolarmente orgogliosi e che segna il passo di una regione che riserva sempre grande attenzione all’alta formazione musicale del territorio, investendo ogni anno ingenti risorse», dichiara Sebastiano Leo, assessore alla Scuola, Università, Formazione e Lavoro della Regione Puglia. «Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno, in cui i migliori studenti dei nostri Conservatori sono stati protagonisti di straordinari concerti diffusi in tutta la Puglia molto apprezzati dal pubblico, abbiamo deciso di replicare l’iniziativa con un nuovo calendario di appuntamenti dell’Orchestra. La Puglia è una terra di grandi eccellenze anche dal punto di vista musicale, come non ricordare i grandi compositori del passato, da Piccinni a Traetta, da Leo a Paisiello. Proprio ad uno degli artisti più iconici del mondo della musica che ha sempre avuto con la Puglia un rapporto speciale, per via dei suoi anni trascorsi qui, sarà dedicata questa nuova stagione, sto parlando del grande maestro Nino Rota. Sulle note delle sue indimenticabili colonne sonore si esibiranno i giovani ma brillanti musicisti dei nostri Conservatori riuniti ancora una volta insieme per portare in alto il patrimonio musicale della Puglia».

«L’Orchestra Regionale dei Conservatori di Puglia è lo straordinario e virtuoso risultato dell’impegno in sinergia e collaborazione dei cinque Conservatori della Regione. Il supporto dell’Assessorato all’Istruzione della Regione Puglia ci permette anche per il 2023 la prosecuzione di questa preziosa esperienza, orgogliosi dello straordinario successo dello scorso anno e con l’auspicio che la collaborazione tra le Istituzioni possa ulteriormente rafforzarsi in futuro. L’Orchestra rappresenta per i nostri studenti un irrinunciabile momento di aggregazione, confronto e crescita artistica e professionale. Siamo certi che la produzione di quest’anno, dedicata al grande Nino Rota, possa ancor più suscitare il plauso e l’apprezzamento del pubblico dei nostri territori», commentano i Direttori dei Conservatori di Musica di Puglia Gabriele Maggi, Donato Della Vista, Corrado Roselli, Gianpaolo Schiavo, Corrado de Bernart.

News dal Network

Promo