NESSUNA SCUOLA PER 244 MILIONI DI BAMBINI E GIOVANI

48 Visite

 Nel 2021 circa 244 milioni di bambini, adolescenti e giovani non sono andati a scuola: un sesto della popolazione globale di bambini in età scolare (dai 6 ai 18 anni), di cui 118,5 milioni di ragazze e 125,5 milioni di ragazzi.

Lo ricorda Helpcode in occasione della Giornata internazionale dell’Educazione che si celebra oggi, una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 2018 con l’obiettivo di riaffermare il ruolo fondamentale di un’istruzione di qualità, inclusiva ed equa in tutto il mondo. Helpcode, che da oltre trent’anni lavora, in Italia e nel mondo, per tutelare i diritti delle bambine e dei bambini e per garantire loro un’istruzione di qualità, eliminando ogni forma di discriminazione, ricorda che per gli studenti dei contesti più poveri frequentare la scuola significa “avere la certezza di un pasto completo quotidiano, protezione e la possibilità di costruire e riscrivere il proprio futuro”.

Per questo Helpcode, durante la Giornata mondiale dell’Educazione, rilancia il suo programma di sostegno a distanza un modo concreto per migliorare il futuro di migliaia di bambini e bambine in tutto il mondo.

“I dati allarmanti che giungono dai contesti più fragili si traducono in sogni spezzati, storie interrotte, un futuro negato. Garantire un’istruzione di qualità, inclusiva ed equa a tutti i bambini e bambine nel mondo è un diritto umano inalienabile e noi di Helpcode continueremo la nostra azione affinché ogni bambino possa diventare un adulto consapevole e realizzare i propri sogni – dichiara Matteo Cavalleroni, segretario generale di Helpcode -.Contrastare la povertà educativa e l’abbandono scolastico è da sempre al centro della nostra missione perché sappiamo che avere un’istruzione significa salvezza, protezione e futuro, non solo per i bambini ma anche per la comunità e il Paese. Ma per garantire un futuro migliore ai tanti bambini che vivono nei paesi in cui operiamo, oggi più che mai abbiamo bisogno del sostegno di tutti: il sostegno a distanza è un’occasione unica per donare un domani che ieri non c’era a tutte le bambine e i bambini del mondo”.

Promo