Controlli Gdf a distributori benzina: a Lecce 19 irregolari su 47

51 Visite

Dei 47 distributori di benzina controllati dai finanzieri sul territorio della provincia, 19 sono risultati irregolari per omessa comunicazione al Ministero delle Imprese e del Made in Italy dei prezzi praticati ai fini della pubblicazione e per mancata esposizione dei prezzi per tipologia di erogazione.

Il gestore di uno degli impianti controllati è stato denunciato per frode in commercio perché i campioni di diesel prelevati, così come confermato dalle analisi effettuate dal laboratorio tecnico dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli di Bari, contenevano una quantità d’acqua, tale da non soddisfare i requisiti minimi di qualità previsti dalla normativa europea. I militari hanno svolto accertamenti su automezzo che trasportava 17 contenitori di Gpl privi del regolare collaudo.

In un deposito di Gallipoli, sconosciuto al fisco, c’erano 15 bombole piene (pari a 185 chili di Gpl) e 26 bombole vuote per una capacità complessiva di accumulo di quasi 400 chili, tutte prive dei requisiti minimi di sicurezza e del relativo certificato di prevenzione incendi. Le bombole sono state sequestrate e il rappresentante della società è stato denunciato. Sono in corso i connessi riscontri sul piano fiscale.

Promo