Novoli: il vento di scirocco solleva le ceneri della pira accesa in onore di Sant’Antonio Abate, gente in fuga

47 Visite

 Il forte vento di scirocco che da oggi sta sferzando il Salento ha provocato momenti di panico questa era in piazza Tito Schipa, a Novoli, dove si sta consumando la Focara, il falò più grande del Mediterraneo acceso ieri sera in onore di Sant’Antonio Abate.

Le folate di vento hanno riversato in tutta l’area le ceneri incandescenti della grande pira, alta circa 20 metri con un diametro di 18 metri, che continua ad ardere.

La piazza è stata invasa da una fitta coltre di fumo che ha ridotto la visibilità rendendo l’area irrespirabile e costringendo la gente ad allontanarsi in tutta fretta. Non si registrano feriti. Sul posto stanno operando i volontari della protezione civile e i vigili del fuoco che, con gli idranti, tengono sotto controllo il fuoco. L’area è stata ulteriormente messa in sicurezza e le persone ora si trovano in una zona delimitata da transenne meno esposta al vento. La situazione viene definita dai responsabili del Comitato Festa “sotto controllo”.

I tecnici del Comune e i vigili del fuoco stanno verificando eventuali danni subiti dalle strumentazioni del palco sul quale si esibiscono i gruppi musicali.

Promo