Soldi destinati ai piccoli pazienti oncologici oggetto di possibile truffa. Bruno: “fatto gravissimo se confermato“.

34 Visite

Di seguito una nota del consigliere Maurizio Bruno, presidente del Comitato regionale di Protezione Civile:
«Leggo sui giornali che Chiara Girello Azzena, fondatrice dell’associazione “Team for children”, è indagata con l’accusa di aver usato per sé i soldi donati alla sua organizzazione per i bambini malati di cancro. Soldi e doni regalati da tanti benefattori che, anziché finire alle famiglie dei piccoli ammalati, sarebbero stati utilizzati dalla fondatrice di una associazione per regalare condizionatori, riparare la macchina, fare viaggi, e molto altro.
Se dovesse essere tutto confermato sarebbe gravissimo, oltre che vergognoso».

«La speculazione sul dolore di famiglie e bambini che lottano contro un male terribile per restare attaccati alla vita è quanto di più indecente si possa immaginare. E quel che peggio è che proprio simili vicende rischiano di togliere credibilità e ossigeno alle tante associazioni che invece compiono la loro missione in totale onestà e dedizione. Quindi il mio appello è a non perdere la fiducia nei confronti dei tanti angeli, perché di angeli si tratta, che dedicano volontariamente il proprio tempo e le proprie energie alla raccolta di fondi che sul serio finiscono esclusivamente nella disponibilità di chi soffre.E noi dobbiamo essere al loro fianco.Sempre».

Promo