Corse insufficienti per gli studenti salentini: D’Attis (FI) auspica la convocazione di un tavolo per il potenziamento

19 Visite

 «Gli studenti pendolari del Salento sono costretti a viaggiare sui mezzi pubblici come delle sardine, in barba a ogni norma igienico-sanitaria e come se il Covid non esistesse. La questione del sovraffollamento dei mezzi pubblici è cosa tanto nota da rendere evidenti le responsabilità di chi, pur sapendo, non ha fatto bene il proprio dovere nella pianificazione delle corse». Lo dichiara il commissario regionale di Forza Italia in Puglia, Mauro D’Attis, ricordando in una nota che «ogni anno sentiamo ripetere che il servizio è stato programmato senza considerare l’effettiva domanda dell’utenza e questo è diventato insopportabile. Molti studenti non riescono neppure a salire a bordo e sono costretti a interminabili attese, ritardi e disagi».

«L’auspicio è che si convochi subito un tavolo per il potenziamento del servizio, possibilmente coordinato dalla Prefettura, coinvolgendo tutti gli attori interessati a partire dall’Ufficio scolastico provinciale e dai dirigenti degli istituti scolastici», conclude D’Attis.

Promo