La Regione Puglia approva il progetto per la diagnostica integrata nelle ferrovie

38 Visite

La Giunta regionale con delibera ha approvato lo schema di Accordo per l’innovazione per il sostegno al progetto “Prodotti e servizi per la diagnostica integrata dell’infrastruttura ferroviaria “Mondo Rotaia” presentato da Mer Mec spa di Morgano (TV). Si tratta di un progetto che verrà cofinanziato dalla Regione e dal Mise”. «Confermiamo con questo nuovo progetto l’impegno da parte della Regione del Veneto al fianco delle nostre imprese che hanno la volontà di crescere e investono nell’innovazione» precisa l’Assessore regionale allo sviluppo economico ed energia, Roberto Marcato. Mer Mec Spa è un’azienda con sedi in Puglia, Veneto e Toscana e opera nell’ambito della ricerca, progettazione, costruzione, commercializzazione, installazione e manutenzione di veicoli e sistemi di misura per la diagnostica dell’infrastruttura ferroviaria e dei rotabili, di sistemi di segnalamento ferroviario, di sistemi di misura dei prodotti dell’industria siderurgica, di veicoli ed attrezzature per la manutenzione delle linee ferroviarie nonché di servizi di misura in ambito ferroviario. La proposta progettuale mira allo studio ed allo sviluppo di soluzioni di diagnostica avanzata in grado di rilevare un difetto integrato ovvero una condizione di rischio derivante dalla combinazione di due o più parametri rilevati da differenti sistemi di misura, Tutto ciò in ottica di manutenzione predittiva, ovvero interventi eseguiti in base alle reali condizioni dell’infrastruttura ferroviaria, dedotte dai dati raccolti. La soluzione offerta, incentivata dalla disponibilità di grandi quantità di dati, offrirà una conoscenza precisa e centralizzata dell’infrastruttura, consentirà una pianificazione predittiva della manutenzione e rinnovo basata su trend analysis, colmando le esigenze degli operatori del settore. Con particolare riferimento al territorio veneto, saranno svolte attività di progetto presso la sede di Morgano. Il costo del progetto e’ di 3.225.580 euro: la Regione del Veneto ha stabilito una quota di cofinanziamento per un importo di 90.181,25 euro nella forma del finanziamento agevolato.

Promo